Bugie reali del 14enne sam

                         Commedia classica dal sapore retrò

                                  {mosimage}

Spiritossisimo apologo sulla goffagine preadolescenziale. Si (sor)ride di gusto in alcune scene, in altre troppo improbabili si annuisce semplicemente in direzione del protagonista. Ryan Pinkston (una rivelazione) è Sam Leonard, il basso e buffo protagonista della commedia leggera 14 anni vergine, distribuito dalla Warner. Intelligente ma con l’aria da sfigato, dotato di ironia ma poco simpatico ai ragazzi più cool del liceo, s’imbatte in loro il primo giorno di scuola e viene subito bersagliato. Allora sotto consiglio del cinico psicologo scolastico, Sam comincia a raccontare un sacco di balle…talmente bene e così poco credibili che si tramutano in realtà.

{mosimage} Immaginate ora un gusto retrò miscelato a battute spinte, ma political correct, di nuova generazione, immaginate una coppia di genitori formata da madre artista d’avanguardia e padre rocker-ubriacone, immaginate una sexy professoressa innamorata di voi e un cane che adora divorare i vostri compiti a casa. Ora, se a questo aggiungiamo il divenire all’improvviso un campione di basket osannato da tutti, ognuno penserà che finalmente Sam ce l’abbia fatta, che abbia raggiunto l’agognata felicità-status symbol. Oppure no? Se, stufo di tutto questo, per lui era migliore la vita anonima di prima, accanto alla dolce “amica” Annie? Ambientato nei riconoscibilissimi anni 80, 14 anni vergine affronta in modo disincantato e sprezzantemente comico l’ingresso di un ragazzo qualunque (ma dal look orrendo) nel mondo delle high school americane, sicuramente un posto non facile dove crescere “in tranquillità”. Il film diretto da Christian Charles strizza l’occhio al Ricomincio da capo interpretato dal grande Bill Murray, unendo due generi quali la commedia e il fantasy in un mix divertente e spensierato, che ricorda alcune delle pellicole del Macaulay Culkin post Mamma ho perso l’aereo. 14 anni vergine scorre via in maniera frivola e regala 93 minuti di risate e ammiccanti ossessioni/sogni erotici che spesso nell’adolescenza sono motivo di mentali voli pindarici, insomma un piccolo spaccato esistenziale in cui convergono emozioni, gioie e frustrazioni tipiche della crescita. Se poi il premio è conquistare il cuore della bella Kate Mara (che nella realtà ha 25 anni), ditemi chi di voi non avrebbe voluto vestirsi e pettinarsi da sfigato.

Titolo Originale: FULL OF IT
Regia
Christian Charles
InterpretiRyan Pinkston, Kate Mara, Teri Polo, Craig Kilborn, John Carroll Lynch, Cynthia Stevenson
Duratah 1.33
NazionalitàUSA, Sudafrica, Italia 2007
Generecommedia

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook