Out of gomorra

 

La vergogna degli Oscar politicizzati

{mosimage}

 

Ed eccoci qui a parlarne e ad esporre ciò che altri nostri colleghi mascherano con un giornalistico quanto neutro parere: Gomorra FUORI dalle nominations alla Oscar è una vergogna.

Dopo aver trionfato a Cannes e agli EFA evidentemente c’è ancora qualcuno là fuori che non vuole si mostri questa scioccante immagine dell’Italia dei rifiuti e della camorra (ma varrebbe per ogni altro tipo di Mafia) e che ha fatto pressioni affinché il gran film di Matteo Garrone non entrasse nemmeno nelle candidature, figurarsi vincere il premio più prestigioso dedicato al cinema mondiale. Ma davvero quella statuetta dorata è così importante? A questo punto la risposta è no, dopo anni di bufale, falsi sentimentalismi, scelte razziste o ipocrite da parte dei “vecchi e soliti” membri dell’Academy, per non parlare delle riconoscenze quasi obbligate solo a fine carriera: Charlie Chaplin su tutti.

Detto questo non disperiamoci, ma il cinema italiano deve essere cosciente di quella che non è una bocciatura per la pellicola, quanto della società, che in riferimento alla settima arte sforna solamente una manciata di film degni all’anno. Un bel problema.

 

{mosimage}

Ecco, giusto per dovere di cronaca, ma quantomai controvoglia, le altre candidature. Riguardo ai commenti, beh, lasciano il tempo che trovano sperando che certe situazioni siano destinato ad esaurirsi in tempo breve.

Revanche (Austria), The Necessities of Life (Canada), La classe (Francia), La banda Baader Meinhof (Germania), Valzer con Bashir (Israele), Departures (Giappone), Tear This Heart Out (Messico), Everlastings Moments (Svezia), Le tre scimmie (Turchia).

P.S. In tema di notizie tristi, chiudiamo con una recente dichiarazione di Tom Cruise, relativa alla morte del figlio di John Travolta. Cruise, amico dell’attore di “Face-off” e della moglie Kelly Preston, ha ricordato come ha visto nascere il loro figlio Jett, morto a 16 anni per una rara malattia congenita che gli ha procurato un attacco epilettico fatale, mentre era in vacanza natalizia alle Bahamas con la sua famiglia. Giovedì ci saranno i funerali a cui parteciperà lo stesso Cruise, che ha dichiarato il suo sgomento per l’accaduto alla presentazione del suo “Valkyrie”. Inoltre, l’attore ha spiegato come non sia affatto vero che la religione seguita da entrambi Scientology sia contro le cure mediche, anzi come incoraggino il confronto terapeutico, anche se c’è stato poco da fare.

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook