Ozpetek detto non detto

Riccardo Scamarcio è gay. Partendo da questo assunto puramente sceneggiativo si apre l’ultima fatica corale di Ferzan Ozpetek, godibilissima narrazione sulle avventure “in famiglia” di una simpatica combriccola. State leggendo proprio di una storia di Ozpetek, anche se sembra strano, un balletto tutto pugliese dedicato al libero pensiero associato alla sessualità più esplicita.

Renderla tale o meno è un passo arduo e complicato da riferire e digerire, ombre, colori e melodie di vita creano la cornice di un favola moderna in cui si ride in sala e ci si affligge (con ironia) sullo schermo.

Mine Vaganti è un leggero ritratto di famiglia, in cui il pensiero che si oppone al pregiudizio diventa motivo di vergogna, un mina inesplosa. Come quelli che tacciono, ma se iniziano parlare fanno saltare in aria un castello di carte.

Non come Scamarcio o il fratello Alessandro Preziosi, ma come un altro componente del nucleo parentale, anch’esso con un segreto che deriva dal suo torbido passato: la nonna-chioccia Ilaria Occhini, magnifica nel suo aplomb di sofferenza.

Ozpetek da regista consumato stavolta sceglie il tocco leggero e fa bene, regalandoci una commedia divertente e divertita, dove anche gli sguardi più intensi rubati ai fotoromanzi d’epoca risultano sopportabili e le icone di un puritanesimo da Italia monarchica trattano egregiamente il loro mestiere, personaggi della commedia buffonesca senza il velo da satira sociale.

Nel bel mezzo del racconto poi crediamo a tutto, ad amori mai sopiti, a suicidi diabetici, a erotismi fuori età massima e ad omosessualità come forma di autostima. Se la chiave di lettura è l’interpretazione collettiva di una storia che diverte senza pungere, la missione riesce appieno e tra un uliveto e l’altro Lecce ci appare come la capitale del retrogusto e dei buoni sentimenti.

Poco importa che ai complicati caratteristi ci voglia una vita intera per rendersene conto, è probabile che ci sia ancora tempo per rimediare.

Simone Bracci

Regia: Ferzan Ozpetek – Cast: Riccardo Scamarcio, Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Lunetta Savino, Ennio Fantastichini,Elena Sofia Ricci, Carolina Crescentini, Ilaria Occhini, Daniele Pecci, Massimiliano Gallo, Bianca Nappi, Paola Minaccioni, Matteo Taranto, Carmine Recano, Gea Martire, Crescenza Guarnieri – Genere: Drammatico, colore – Produzione: Italia 2010, Fandango – Distribuzione: 01 Distribution – Data di uscita: 12 marzo 2010

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook