Cannes, sempre in voga

ELOGIO DELLA SETTIMA ARTE

Il gotha del Cinema mondiale non è Hollywood, semplice ricettacolo di starlette e autocelebrazioni, ma Cannes, dove ci si sgomita per partecipare e dove la vetrina è davvero globale. Luci e suoni di un universo glamour che ogni anno regala a critica e pubblico pellicole di alto livello, la creme de la creme dei film in circolazione. Italia compresa, che però nella figura più importanti del suo panorama culturale governativo, quest’anno non parteciperà. Il ministro Sandro Bondi si è schierato contro il documentario Draquila, una scelta piuttosto imbarazzante per chi ritiene il cinema un’arte aperta ad ogni forma di pensiero e dialogo. Gomorra, Draquila e gli altri film di genere fanno pensare e riflettere sullo status di una società che sembra a tratti allo sbando, ma che recupera nella satira e nei suoi interpreti un tasso di eccellenza professionale. Proprio tali qualità vengono invece sfoggiate dalle svariate delegazioni, che si incontrano, trattano e rendono omaggio ai grandi del passato. Tra i titoli di punta che verranno proiettati in questa edizione 2010 sono attesi allo “spasmo” Robin Hood di Ridley Scott che aprirà la kermesse, La nostra vita di Daniele Luchetti, in gara per la Palma d’Oro, Wall Street – Il denaro non dorme mai di Oliver Stone, col ritorno di Gordon Gekko e Film Socialisme di Jean-Luc Godard nella sezione Un certain regard. Ogni ambiente, ogni casta, ogni cultura si propone e viene presentata sulla Croisette, rifugio politico per ogni aspirante regista/cultore della materia. Da anni Cannes propone il meglio del meglio nonostante qualche evitabile defaiance, gli altri Festival ad inseguire, ognuno da un’angolazione particolare, cercando di non annaspare, la qualità poi si cela dietro l’impensabile. Alla fine dei conti il risultato è l’unica verità, quel che è sicuro rimane il coraggio degli organizzatori, come nel portare Michael Moore e Shrek in competizione senza badare alle scosse telluriche della stampa internazionale. Fissare un obiettivo cinefilo e perseguirlo nonostante tutto, ecco il bello di sbarcare in Costa Azzurra, anno dopo anno, proiezione dopo proiezione.

Simone Bracci

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook