Nastri 2010: argento vivo per tre

OZPETEK CONTRO LUCHETTI CONTRO VIRZÌ

La squisita location di Villa Medici a Trinità dei Monti ha emesso il suo verdetto: Daniele Luchetti, Ferzan Ozpetek e Paolo Virzì si daranno “battaglia” fuori dal campo per accaparrarsi i Nastri d’Argento 2010, il premio del Sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici italiani. Ebbene sì, la nostra categoria si è elevata a rango di star e ha puntato su “La nostra vita”, protagonista Elio Germano vincitore a Cannes, “Mine vaganti” con Riccardo Scamarcio e “La prima cosa bella”. Stiamo parlando di tre pellicole che hanno avuto un grosso riscontro di pubblico sia in termini di incassi che di apprezzamento. C’era il gotha del cinema italiano durante la serata condotta da Laura Delli Colli e, tra un aperitivo e una fotografia, spuntano i nomi dei candidati: in ordine alfabetico Francesca Comencini, Giorgio Diritti, Daniele Luchetti, Ferzan Ozpetek e Paolo Virzì concorrono per il premio come miglior regista, mentre Sergio Castellitto, Christian De Sica, Elio Germano, Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio sono i candidati per il premio al miglior attore protagonista. Come migliore attrice italiana in lizza Margherita Buy, Valeria Golino, Micaela Ramazzotti, Stefania Sandrelli, Alba Rohrwacher e Valeria Solarino, un plotone d’eccezione che si affianca al respiro internazionale della serata. Sono stati infatti candidati come miglior film europeo “Il concerto”, ”Il nastro bianco”, “Il profeta”, “L’uomo nell’ombra” e ”Welcome”, extraeuropei “Bastardi senza gloria”, “Donne senza uomini”, “Lebanon”, “Shutter Island” e il bellissimo “Tra le nuvole”. “Avatar” di James Cameron, “Alice in Wonderland” di Tim Burton e “Up” di Docter e Peterson duelleranno per l’onor del 3D. La cerimonia di premiazione finale si terrà al Teatro Antico di Taormina la sera di sabato 19 giugno, con Alessandra Martines che occuperà gli schermi di Raiuno in tutto il suo splendore. L’atmosfera rilassata e la cordialità fra colleghi l’ha fatta da padrone, ora siamo inclini a credere che anche il fair play tra i concorrenti verrà mantenuto fino al momento per il vincitore di salire sul palco.

Simone Bracci

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook