Annuncio choc di michael douglas

AL LATE NIGHT L’ATTORE NUOVO PALADINO DELLA LOTTA AL CANCRO

“E questo dimostra che sei un uomo forte!”. Lo studio è quello del celebre intrattenitore americano David Letterman; la sedia la stessa su cui prima di lui si sono seduti tantissimi personaggi celebri, ma la puntata odierna del Late Show è una di quelle imperdibili rappresentazioni della tenacia e della forza dell’essere umano nell’affrontare e sconfiggere le paure e i mali più insidiosi. Michael Douglas dichiara in diretta nazionale di avere un tumore alla gola e lo fa in quello che è forse l’ambiente più consono ad un attore consumato come lui: il palcoscenico. Douglas appare in forma nonostante i primi cicli di radio e chemio terapia e quando il padrone di casa glielo fa notare, gli risponde con un enfatico “Cause I’m on stage”. Ma c’è un senso molto profondo dietro questa semplice battuta. La percezione che si sta diffondendo grazie anche al contributo di star come Douglas, è quella che la miglior cura contro il tumore sia quella di accettare la malattia dichiarandone la patologia, nella consapevolezza che contro il cancro, come contro ogni altra malattia, si può lottare e vincere. In Italia siamo ancora anni luce indietro se si pensa alla malcelata ipocrisia con la quale nei quotidiani, nei notiziari ed in ogni altra forma di informazione si ricorre alla formula “è morto di un male incurabile”. Un tabù che fatica ad uscire dall’indifferenza, ma che grazie a rappresentazioni, certo spettacolari, come questa può contribuire a salvare milioni di vite. Passa così in secondo piano la promozione del sequel di Wall Street, il denaro non dorme mai, la cui anteprima si è svolta ieri a New York. Douglas era sul tappeto rosso con accanto la moglie, Catherine Zeta Jones. Non rilascia interviste, ma basta la sua presenza per farne l’icona di una battaglia più grande di lui, della quale è divenuto inconsapevolmente figura di riferimento e di speranza.

Francesco Buosi

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook