Io sono con te: recensione

UNA DONNA, UNA SOCIETÀ, UN GRANDE DESTINO

È stato presentato al Festival internazionale del Film di Roma il nuovo lavoro del regista italiano Guido Chiesa dal titolo “Io sono con te”. Quello che per prima cosa colpisce lo spettatore di questa tenera storia è sicuramente il modo, quanto meno particolare, con cui il regista ha deciso di approcciarsi rispetto alla vita della donna più importanti della cristianità. Infatti i fotogrammi raccontano la storia di Maria di Nazareth dal momento in cui resta incinta, fino alla fine dell’infanzia del Bambin Gesù, chiusa dal celeberrimo episodio del Tempio.

Il punto focale della narrazione è tutto incentrato sul ruolo della donna nella società dell’epoca; una donna dal carattere estremamente forte che non ha alcuna intenzione di sottostare alla legge in vigore. Infatti accade proprio quello che non ti aspetti da una storia italiana: il mondo extra-terreno rimane avulso dalle azioni. Si tratta di una vicenda terrena, umana, in cui tutto ha una spiegazione razionale. L’educazione del Cristo senza miracolo di pani e pesci: soltanto una donna che insegna ai figli, al nucleo familiare, ad amare; quel tipo di amore che poi anni dopo si trasformerà in “ama il prossimo tuo come te stesso”.

Imparata abbastanza bene la lezione di Mel Gibson, non fosse solo per il fatto che la lingua scelta per la pellicola non è quel asettico inglese, tipico del set internazionale, ma il vero idioma del tempo. Se vi aspettate dunque una storia “della Madonna” come quelle che si sono già viste tra cinema e televisione nel corso degli anni, rimarrete delusi.

Se vi approcciate a questo delicato lavoro, che potrebbe anche puntare al premio più importante, dimenticando la parte religiosa, potrete scoprire, con uno sguardo tutto al femminile , che l’amore di una madre per un figlio resta immutato nel tempo. Lontano dal voler dare una spiegazione sulla nascita del Cristianesimo, Guido Chiesa (un destino nel cognome!)affronta il mistero della natività senza l’intervento di dio.

di Smoking Bianco

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook