L’approfondimento: ricordando il mago di oz

IL CELEBRE FILM TORNA A FAR PARLARE DI SE: PERCHÉ?

In questi giorni alla parola mago il primo personaggio che ci viene in mente è Harry Potter. Potrebbe essere diversamente? Decisamente no, considerando la martellante presenza del maghetto di Hogwarts nelle sale cinematografiche, nei manifesti pubblicitari, nelle riviste.

Senza nulla togliere al patinato Potter, vogliamo ora parlare di un altro mago e di ben altre magie. Quali? Quelle di Oz. Era il 1900 quando a Chicago venne pubblicata la prima edizione di un romanzo destinato a entrare nella storia della letteratura per ragazzi: Il Meraviglioso Mondo di Oz. L’opera è frutto del talento letterario di L. Frank Baum, che è stato pubblicato in tutto il mondo e tradotto in circa cinquanta lingue.

Un successo letterario così clamoroso non poteva lasciare indifferente il mondo del cinema. Fu così che Il Mago di Oz, dopo essere stato trasformato in un musical, approdò nelle sale cinematografiche con una primissima versione cinematografica del 1910. Tuttavia, la trasposizione più nota dell’opera è quella datata 1939. A dirigere la storica pellicola fu il regista Victor Fleming, che quello stesso anno portò sul grande schermo un altro grande classico, Via col vento. Nella versione del ’39, a vestire i panni della protagonista Dorothy era la celebre attrice Judy Garland, che riscosse un grandissimo successo per la sua interpretazione, consacrandosi come uno dei migliori talenti del periodo.

Da quei giorni lontani sino a oggi, la storia di Dorothy e del suo gruppo d’amici ha continuato ad ispirare il mondo dell’arte, della letteratura, del cinema e della televisione. Se torniamo a parlarne ancora oggi non è solo per distrarci dal pensiero di Harry Potter. La ragione è ben più valida: presto arriverà al cinema una nuova pellicola del Mago di Oz.

La Warner aveva contattato negli scorsi giorni il regista Robert Zemeckis, che avrebbe potuto quindi dirigere il nuovo adattamento cinematografico del romanzo di Baum. Zemeckis è regista di indubbio talento, che ha diretto grandi successi del calibro di Ritorno al futuro, Forrest Gump, La leggenda di Beowul (per citarne solo alcuni). Il Mago di Oz avrebbe potuto essere il nuovo successo da aggiungere alla lista dei suoi film, ma non sarà così. Pare infatti che la Warner e Zemeckis non abbiano raggiunto alcun accordo e che il regista abbia abbandonato il progetto. Di certo la casa produttrice continuerà la ricerca di un altro grande nome a cui affidare il progetto.

Nel frattempo anche la Walt Disney si sta interessando al Mago di Oz, non certo per un altro remake quanto piuttosto per un prequel. Oz: The Great and Powerful – questo dovrebbe essere il titolo del film – racconterà le origini del mago e sarà diretto da Sam Raimi. E per rendere il progetto ancora più appetibile la Disney affianca al celebre nome del regista quello dell’attore Robert Downey Jr, presente nel cast.

Per ora però è ancora presto e ne passerà di tempo prima di riscoprire Il Mago di Oz al cinema. Nell’attesa non ci resta che assuefarci di Harry Potter o rispolverare una vecchia videocassetta e riguardare un vecchio film del 1939. Uno a caso.

Silvestro Capurso

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook