L’impero di scorsese dal 1919 ad oggi

MICHAEL PITT LANCIA A ROMA IL PILOT DI BOARDWALK EMPIRE

Ne ha viste e combinate di tutte negli anni, ma è troppo curioso per non farsi coinvolgere in un’ulteriore sfida. Martin Scorsese si è buttato in una nuova avventura produttiva, dando sostegno al regista TV Terence Winter per creare il serial-epopea: “Boardwalk Empire”, direttamente nel 1919. Come raccontato al pubblico nell’attesissima conferenza stampa, all’origine c’è un’idea. Quella di riportare in auge i ruggenti anni ‘20 e ‘30 sotto forma di mini puntate. La storia indaga le mille luci di Atlantic City durante il Proibizionismo. Dodici episodi costati oltre 60 milioni di dollari e che hanno imposto all’attenzione del pubblico un monumentale racconto caro ai temi trattati da Scorsese. Il primo della serie targata HBO verrà presentato questa sera in anteprima, per poi esser lanciato sul mercato americano a gennaio. Grandi scenografie e costumi per una serie, che, di fatto, insidia il cinema con ogni mezzo possibile, punta infatti sul prodotto brevità, al contrario delle pellicole extralarge del grande schermo. Come racconta il regista Winter, “corruzione, alcool e perfidia saranno trattati come tematiche reali”, d’attualità allora, ma problematiche anche di oggi. Partendo dal libro da cui hanno preso spunto, i produttori puntano su quell’antico “stupore” che il novecento ha sempre prodotto nel pubblico.

A cura di Simone Bracci

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook