Il maleducato: le infinite milleproroghe

IL CINEMA ITALIANO POTRÀ MAI USCIR FUORI DAL BUCO NERO?

Milleproroghe: sembra il titolo di una commedia all’italiana, ma è un decreto approvato dal consiglio dei ministri nei giorni scorsi. Secondo molti, anche se la notizia è stata smentita, sono previsti aumenti per tutto il mondo del cinema, a cominciare dal biglietto da pagare all’ingresso che dall’uno gennaio 2011 potrebbe costare un euro in più che finirà diritto-diritto nelle casse dello Stato.

Nonostante ripetiamo quest’ultima notizia sia stata smentita ufficialmente dal Ministero dei Beni e le attività culturali, qualcuno ancora non ci crede e pensa che, alla maniera italiana, si troverà il modo per aggirare la legge e rendere reale questo aumento. Andrea Purgatori, coordinatore del gruppo Centoautori, in una conferenza stampa alla Casa del Cinema ha infatti sottolineato: “Con i provvedimenti nel decreto milleproroghe danno un colpo mortale al cinema italiano”.

L’associazione, oltre a riunirsi stasera a Roma, ha deciso che da gennaio cominceranno delle manifestazioni plateali per sensibilizzare tutti nei confronti di queste cose, come accaduto lo scorso ottobre alla festa del cinema di Roma.

Dopo il Fondo Unico dello spettacolo, ormai ridotto a brandelli a causa di tutti i tagli che gli sono stati imposti, i palazzi della politica se la prendono con il cinema dei cittadini: quello che si ritrovano sotto casa.

Ovviamente è da scongiurare questo pericolo, per tutti quanti. Un aumento del biglietto, già avvenuto causa 3D, significherebbe diminuire ancora di più l’affluenza verso il grande schermo. Già di per sé disastrosa in Italia, se non nei periodi di feste.

A noi, non resta che augurare buon natale e felice anno nuovo al cinema, sperando che non sia più preso di mira e lo si lasci in pace svolgere il suo lavoro: CREARE ARTE!

A cura di Davide “Il Maleducato” Monastra

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook