Cinepanettone fuori dal menu di natale

IL DOLCE QUEST’ANNO L’HANNO SERVITO ALDO, GIOVANNI E GIACOMO

Calo fisiologico? Fine di un era? Il tramonto di un genere molto amato in Italia, ma allo stesso tempo aspramente criticato dai critici benpensanti? Da anni il duello cinematografico per eccellenza, quello a cavallo delle feste natalizie, ci aveva consegnato un unico vincitore assoluto: il famigerato cine-panettone. Che si trattasse del duo comico di lunga data De Sica Boldi, o del nuovo binomio con Massimo Ghini, a trionfare era sempre e soltanto il Christian nazionale. Il figlio del grande Vittorio, era infatti riuscito a scrollarsi di dosso l’invadente ombra del padre creando quella maschera pirandelliana dell’italiano “caciarone” e truffaldino che più di tanti studi sociologici era riuscita a raccontare vizi e virtù del popolo italiano. Quest’anno però il trend si e’ invertito. Il box office del periodo natalizio, aggiornato al giorno dell’epifania, ci consegna in testa il trio comico formato da Aldo Giovanni e Giacomo. La Banda dei Babbi Natale e’ il film che gli italiani hanno prediletto per passare due ore in sala dopo le abbondanti abbuffate gastronomiche in famiglia. Una piccola grande rivincita per quelli che erano stati considerati troppo frettolosamente attori bolliti e privi di idee. Invece, come spesso accade nelle grandi sceneggiature che la vita inaspettatamente ci propone, con questo nuovo film si rilanciano alla grande riproponendo una comicità semplice, poco volgare. Bisognerebbe riflettere con maggiore attenzione sul sistema mediatico in cui ci troviamo a lavorare. Inneggianti alla divinità dello share, troppe spesso si rischia di etichettare come vecchi cimeli da archiviare dei personaggi che hanno invece ancora qualche freccia da scoccare nella faretra. Discorso inverso invece per una saga come quella diretta dai Vanzina. A 27 anni dal primo Vacanze di Natale si sente ormai il bisogno di un forte elettroshock per rianimare un paziente ormai in fin di vita. Gag trite e ritrite, un linguaggio tornato ai fasti della volgarità di qualche anno fa, bellocce prese dalla tv soltanto per spogliarle in bella mostra. Forse anche per il migliore dei medici non esiste una cura che possa sortire gli effetti sperati…

About Francesco Buosi 376 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook