Ghostbusters 3: reitman in silenzio stampa

IL REGISTA NON SI SBOTTONA SUGLI ULTIMI AGGIORNATI LEGATI AL FILM

Talvolta le parole sono necessarie per enfatizzare un momento, talvolta le si usa da scudo per nascondercisi dietro e rintuzzare l’attacco dei media. Quando colui che ha diretto sia Ghostbusters che il suo sequel, ovvero mister Ivan Reitman, è uscito allo scoperto con la nuova commedia No Strings Attached, non c’è voluto molto prima che qualcuno andasse al sodo e gli chiedesse notizie sul terzo film della saga fantasy, ora come ora in pieno cantiere.

La risposta del 64enne regista canadese è stata: “Non c’è quasi nulla oltre una bozza sull’idea del film”. Insomma una gran mistero, come le regole del marketing vogliono, in cui non si capisce come proseguirà la storia (ormai con protagonisti datati), né quali personaggi vedrà coinvolti. “Abbiamo uno script eccellente ma bisogna che Bill Murray lo legga e lo approvi.

Naturalmente si ripartirà dalla stessa vecchia storia riadattata ai tempi e ai mezzi moderni, il racconto del bizzarro team di acchiappa fantasmi che si ritrovano a lottare contro la fine del mondo.

La strada è lunga per arrivare in sala e, mentre l’obiettivo è l’emulazione di Checco Zalone in arte l’Avatar pugliese, zaino protonico in spalla, la ciurma Reitman è pronta a salpare…destinazione riserbo assoluto. Con naturale e spasmodica attesa dei fan annessa. E tu, se credi nei fantasmi, sai già chi chiamare?

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook