Sidney uno di noi…

HOLLYWOOD DICE ADDIO AD UN ALTRO GRANDE DEL CINEMA

È stata battuta dalle principali agenzie di stampa nel pomeriggio italiano, tarda mattinata in america, la notizia della morte di Sidney Lumet. La figlia ha dato l’annuncio della scomparsa del grande regista a causa di un linfoma attraverso le pagine online del New York Times. Nato il 25 giugno 1924 a Philadelphia Lumet, figlio dell’attore Baruch Lumet, ha avuto il cinema nel dna sin dalla nascita. Al teatro ha vissuto però il suo primo impatto con il pubblico.

Dopo aver debuttato a soli 4 anni all’Yiddish Art Theatre di New York e aver partecipato come regista a diversi spettacoli teatrali a 35 anni approda all’arte che gli darà le maggiori soddisfazioni, dirigendo nel 1957 il lungometraggio La parola ai giurati. Nel film recita l’amico Henry Fonda, con il quale condividerà il set per ben 5 volte. Con questo primo lavoro arriva la prima nomination all’Oscar e soprattutto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino.

La preziosa statuetta dorata arriverà però sulla sua scrivania soltanto molti anni dopo, nel 2004, come riconoscimento ad una carriera straordinaria. Tra le sue opere più importanti ricordiamo Serpico (1973) e Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975) entrambi con un Al Pacino ad inizio carriera, Assassinio sull’Orient-Express (1974) e Quinto potere (1976).

Noi assidui frequentatori dei Festival nostrani avevamo avuto modo di ammirare il suo ultimo film nel 2007 a Roma, quando con Onora il padre e la madre aveva attirato le attenzioni dei critici e del pubblico affascinando come sempre per il suo stile unico di cui sentiremo la mancanza…

About Francesco Buosi 376 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook