Beastly: recensione

ERA MEGLIO EVITARE QUESTA TRASPOSIZIONE

Ci vuole coraggio! Riproporre undici anni esatti dopo il capolavoro disneyano le avventure de “La bella e la bestia”, è davvero un’operazione coraggiosa. Purtroppo il risultato è un deludente filmetto per teen-agers innamorate, che nulla ha dell’incanto dei film che lo hanno preceduto sul grande schermo. Del resto questa favola si è sempre prestata con grandi risultati al mondo del cinema da Disney, passando per il regista Jean Cocteau. “Beastly” è una mera operazione commerciale che cerca di sfruttare il fascino di due attori abbastanza conosciuti dal popolo in rosa, il meraviglioso Alex Pettyfer (Io sono il numero quattro) e la ex dame Efron, Vanessa Hudgens. Tratto dal romanzo di Alex Flinn, il film del regista Daniel Barnz, rivisita in chiave moderna e giovanilistica la fiaba scritta nel 1756 da Jeanne-Marie Leprince de Beaumont.

Kyle è un giovane newyorkese molto spavaldo che a causa del suo comportamento da bullo subisce un incantesimo, che gli deturpa il volto dandogli sembianze bestiali (ma è poi davvero cos brutto?!?), da una strega, sua coetanea. Il giovane deve cercare di far innamorare una donna di lui, prima che l’albero tatuato sul braccio sfiorisca per sempre.

Purtroppo nella pellicola tutto è basato sulla bellezza fisica e mancano le caratteristiche e i sottili temi che hanno reso ormai un classico il lungometraggio disneyano del 1991. I personaggi sono effimeri e compiono azioni che non hanno alcuna giustificazione non solo nel mondo irrazionale della sceneggiatura, ma nemmeno nel mondo reale. Si poteva cercare di eliminare la magia dalla storia e ambientarla nelle brutture del nostro mondo, nei sobborghi di Manhattan, dove le bestie vivono davvero. Invece tutto rimane evanescente, dalla recitazione, alla regia, al montaggio, alla colonna sonora.

Insomma se avete un cervello, più di dodici anni, non siete innamorate/i, vi piace il buon cinema, dovete fare una solo una cosa: evitare di vedere questo film BESTIALE!

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook