Happy birthday michael

50 CANDELINE PER L’ATTORE DI RITORNO AL FUTURO

Happy Birthday Michael. O forse sarebbe più facile Happy Birthday Marty McFly. Icona degli anni ’80 per eccellenza, festeggia oggi 50 anni l’attore Michael J.Fox. La sua storia sembra ricalcare in pieno quella di una sceneggiatura cinematografica per il mix d’ingredienti come successo, ricchezza, dramma e redenzione. Origini canadesi, nato nella piccola città di Alberta, già da ragazzo Michael debutta nelle tv locali in piccoli ruoli.

È solo l’inizio di una lunga gavetta che col tempo lo porterà a varcare la soglia del cancello d’orato di Hollywood. Il primo ingaggio in una produzione di rilevo arriva con la sitcom “Casa Keaton”, esordio assoluto con il pubblico delle grandi occasioni: è solo l’inizio… Nel 1985 la svolta che fa decollare la sua carriera. Robert Zemeckis lo sceglie per il ruolo del protagonista in Ritorno al futuro. È nata una stella. Il film, che vede come produttore esecutivo Steven Spielberg, è un successo planetario e diventa una trilogia da incassi record. All’apice della popolarità ecco però sbucare da dietro l’angolo i primi demoni dell’eccessiva esposizione mediatica. Il ruolo del giovane Mcfly diventa la sua prigione, l’unica foto segnaletica del suo curriculum attoriale. Tardano ad arrivare altre offerte di spessore ed inizia un prima discesa nella depressione. Finalmente nel 1991 arriva la firma su un nuovo contratto televisivo, il medical drama “Doc Hollywood”. È una nuova rinascita, artistica ed esistenziale, ma la gioia del momento svanisce ben presto. Proprio mentre impegnato nelle riprese Michael scopre di avere il Parkinson.

La spirale di depressione in cui cade l’attore, sembra avere come unica via di rifugio il sentiero dell’alcolismo. La moglie gli rimane accanto anche nei momenti più bui e finalmente nel 1998, arriva la prima uscita in pubblico dove affronta la sua malattia, decidendo così di contribuirne alla lotta sfruttando il suo ruolo di personaggio famoso. La lotta al Parkinson portata avanti attraverso la sua fondazione, gli vale una laurea honoris causa dal Karolinska Institutet di Stoccolma. Sempre più spesso lo si ricomincia a vedere in tv, prima per ospitate e poi con nuovi ruoli in serie Tv come Boston Legal e The Good Life.

Quella telecamera con la lucina rossa accesa e l’affetto costante dei suoi fan, immutato nel corso di tutti questi anni, gli restituiscono parzialmente quello che la vita ingiustamente gli ha tolto.

Ecco come ci piacerebbe vederlo ogni volta…

About Francesco Buosi 376 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook