$#*! my dad says: da twitter alla tv

COMMENTO SULLE DUE PRIME PUNTATE DELLA SERIE

Chi, dopo aver sentito commenti memorabili, non ha pensato di immortalarli per sempre, annotandoli da qualche parte? Justin Halpern, trentenne di San Diego, ha messo in atto il proposito e riportato fedelmente sul suo account Twitter ogni opinione bizzarra pronunciata da suo padre.

In poco tempo, lui e il genitore sono diventate delle celebrità con oltre 2 milioni di followers sul famosissimo social network.Un successo talmente strepitoso da fruttargli un libro, divenuto in tempo da record il bestseller più venduto secondo la classifica del New York Times, e catturare l’attenzione della Cbs, uno dei più potenti network televisivi americani, tanto da farne una serie televisiva, in onda qui in Italia sul canale pay Steel, tutte le Domeniche alle 22.30, rispondente al titolo di $#*! my Dad Says.

La trama prende qualche libertà dalla realtà. Qui Jim, licenziato e al verde, si trasferisce dal padre Ed, 72enne rude e con tre matrimoni alle spalle, che non vede da oltre due anni.

Ne nasce una sit-com essenzialmente legata al difficile rapporto padre-figlio, con tutti i clique del caso: desiderio di essere accettato, amato, nonostante tutti i fallimenti, rapporto frustrato dalla più tenera infanzia, assenza costante…

Stando alle sole due puntata fino ad ora trasmette, la serie manca di un proprio spessore e la comicità è spesso e volentieri gratuita ed affidata a facili stereotipi, dal fratellastro del protagonista succube della propria moglie alle stesse battute politicamente scorrette del padre.

Parere che sembra confermato dal fatto che la CBS ha cancellato lo show dopo sole 18 puntate senza possibilità di redenzione, nonostante la celebrità e bravura dell’attore che interpreta Ed, William Shatner, il capitano Kirk di Star Trek, e la vittoria al “Favorite New TV Comedy” al People’s Choice Awards del 2011. Un vero peccato, considerato che le sentenze del vero Ed sono davvero divertenti e spregiudicate!

SCRITTO DA SOFIA CAPPELLONI

About Collaboratori Esterni 376 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori