La guerra degli incassi

DAGLI USA ALL’ITALIA, IL BLOCKBUSTER PORTA SEMPRE A CASA IL PREMIO

Mentre l’America, come consuetudine, si prepara a festeggiare in grande stile la festa dell’indipendenza, c’è già chi ha stappato lo champagne per festeggiare alla grande. Si tratta di Michael Bay, regista di “Transformer 3”, e assoluto trionfatore nel week end più redditizio per i botteghini Usa, quello appunto in coincidenza con le celebrazioni del 4 luglio.

Pur non avendo bissato il risultato incredibile del secondo capitolo della saga robot (200 milioni di dollari in 5 giorni, 127 nel weekend d’esordio), questo terzo episodio ha comunque portato a casa 162 milioni di dollari in 5 giorni di programmazione, con ben 97 milioni incassati nel solo week end. Si tratta in questo caso di un vero e proprio record che supera nettamente gli 88 milioni di presidenti morti, raccolti da “Spiderman 2”. Fin qui le cifre relative al mercato stelle e strisce.

I numeri si fanno ancora più incredibili se si guarda agli incassi in tutto il mondo. Uscito in 111 paesi, esclusi Cina e Giappone, il film sembra abbia superato facilmente il muro dei 200 milioni di dollari raccolti fuori dagli States (210 per la precisione), per un totale di 372 milioni incassati worldwide nei primi 5 giorni. La rotta è ormai tracciata e punta dritto al monte Everest degli incassi cinematografici, il miliardo di dollari.

E proprio a proposito di miliardi incassati, proprio oggi è arrivata la conferma che “Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare”, ultimo episodio della saga piratesca in ordine di tempo, ha raggiunto la cifra record di incassi pari a 1.007.703,000 dollari.

Il film prodotto dalla Disney è l’ottavo nella storia del cinema a riuscire nell’impresa, e si colloca in sesta posizione superando di poco il Cavaliere Oscuro di Nolan e a pochissima distanza dall’Alice di Burton (altro prodotto dell’azienda di Topolino), altro film con protagonista Johnny Depp, vero re mida di questa speciale classifica e presente anche con il capitolo due dei Pirati.

Anche la Disney non scherza però, se si considera che negli ultimi 18 mesi è riuscita a portare oltre la fatidica soglia anche il cartoon in 3D “Toy Story 3”. Quello che stupisce maggiormente nelle cifre di “Pirati dei Caraibi 4” è però l’assoluta discordanza tra successo al botteghino Usa e nel resto del mondo. Flop più o meno dichiarato in patria, il film è infatti riuscito a stabilire il nuovo record di denaro incassato fuori dal territorio nazionale, ben 774 milioni di dollari. Come dire, un brindisi è più che legittimo…

Diventa fan di Film 4 Life su Facebook

About Francesco Buosi 376 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook