Sigarette a hollywood? no, grazie

BANDITO IL TABACCO DALLE MAGGIORI PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE

Sono finiti, a quanto pare, i tempi in cui le case di produzione cinematografiche venivano pagate per pubblicizzare marchi di sigarette come avveniva nel film di Jason Reitman “Thank you for smoking” (2005). Oltretutto sembra che la sigaretta non rappresenti più l’emblema del ‘cool’ come avveniva nelle pellicole con Humphrey Bogart, Robert Mitchum o nei ‘polar’ francesi con Alain Delon.

Già “Constantine” (2005) rivelava il trend ‘Smoke is bad’ con Keanu Reeves che fumava per tutto il film, tranne nella scena finale in cui si metteva le mani nella tasca della giacca per tirarne fuori una gomma da masticare, quando aveva finalmente sconfitto il male (interiore?).

Ma perché solo ora sorgono problemi col fumo nel cinema, considerato da sempre un elemento della vita quotidiana che appariva normalmente nella maggior parte delle produzioni statunitensi?

Secondo una ricerca del National Cancer Institute la maggior parte degli adolescenti fumatori ha iniziato a comprare sigarette, solamente dopo aver visto la propria star preferita accendersi la fatidica ‘cicca’. Da qui si spiega la netta riduzione del fumo nelle pelicole classificate ‘G’ (General Audience, ovvero ‘per tutti’) e perfino in quelle ‘R’ (Restricted, vietate ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto) .

Le case di produzione che hanno visto un netto calo del fumo nei loro film sono state inizialmente la Disney, la Universal e la Warner, ma dal 2005 a oggi c’è stato un abbassamento superiore al 50 % in tutte le produzioni statunitense. E addirittura negli stessi set sono state avviate delle campagne contro il fumo. Insomma Hollywood dice ‘No’ alle sigarette.

D’altronde icone adolescenziali come lo Shia Laboeuf di “Transformers” e il Christian Bale della saga nolaniana sul ‘Cavaliere oscuro’ sarebbero decisamente poco credibili con una sigaretta in bocca. Quanto alle sigarette nella fantascienza, c’avevano già pensato sempre quelli di “Thank you for smoking” sei anni fa.

About  Gianlorenzo Lombardi 368 Articoli
Creativo e pieno di immaginazione (ma questo dovrebbero dirlo gli altri), scrive a tutto spiano in attesa del salto dietro la macchina da presa...
Contact: Facebook