Proposte della redazione di film4life

RIPARTE IL DIESEL DELLA STAGIONE AL CINEMA, FINALMENTE

Molte, troppe persone scelgono di vedere un film ancora in base alla locandina, che spesso li tradisce. Considerando poi che se ne leggono di ogni forma e gradiente in rete, ma il consiglio spassionato che proviene da un sito di appassionati ancora non esiste, interviene la nostra redazione.

Nella selva di uscite, proviamo quindi a darvi qualche suggerimento sulle pellicole che troverete in sala e che, magari, solamente dalla locandina non riuscite a decifrare.

Questo weekend di settembre promuove un cinema misto, comprensivo di sequel fantascientifici, drammi iberici e frizzanti commedie italo-francesi. Basterà a rivitalizzare il botteghino in sofferenza?

LA PELLE CHE ABITO
– Per curiosi romance

Regia: Pedro Almodovar

El bando interpreta Legard, un chirurgo plastico di successo che cerca di creare un surrogato della pelle che possa restituire alla moglie dell’uomo, sfigurata da un terribile incidente, una vita normale. Il nuovo lavoro del pluripremiato regista spagnolo è riuscito a scontentare un po’ tutti, anche i suoi più accaniti sostenitori. Una nuova fatica che si tinge con le tinte del thriller cupo, in una trama molto complessa che vi evitiamo di riassumere convinti che tutti i suoi fan, si recheranno comunque in massa nei cinema.

L’ALBA DEL PIANETA DELLE SCIMMIE – Per curiosi demodè

Regia: Rupert Wyatt

Quando l’uomo prova a “giocare” nel ruolo di Dio, quasi mai gli effetti sono quelli sperati. Nel tentativo di trovare una cura contro l’Alzheimer, una scimmia curata con un particolare farmaco, acquista un’intelligenza superiore. L’istinto animale prevale però sulla riconoscenza nei confronti del padre-padrone, lo scienziato James Franco, e porta la bestia a guidare la rivolta dei suoi simili contro la razza umana. Un plot che sa di già visto per un film che non convince e delude tutti gli amanti del sequel originale.

MOZZARELLA STORIES – Per curiosi pulp-italiani

Regia: Edoardo De Angelis

Una commedia noir a base di caglio, country campano, canzoni neomelodiche, bufale, camorra casertana e imprenditoria cinese. Un film dal risvolto comico dove si muovono personaggi eccentrici e “coloriti” sullo sfondo di una guerra di mercato tra produttori italiani e cinesi: la squisita mozzarella di bufala.

NIENTE DA DICHIARARE – Per curiosi svagati

Regia: Dany Boon

Con il trattato di Schengen, l’Europa nel gennaio 1993 ha aperto le frontiere e due doganieri, Ruben (Benoît Poelvoorde) e Mathias (Dany Boon), uno di origine belga e uno francese, si trovano loro malgrado a dover lavorare insieme, nella stessa postazione. Tra un controllo e l’altro, i due uomini, che si sono sempre mal tollerati per via delle loro differenze culturali, non perdono l’occasione per schernirsi a vicenda. Torna il regista dell’acclamato Giù al Nord Dany Boon, e siamo pronti a scommettere che questa commedia agrodolce che mescola comicità ad un tema quanto mai attuale come quello delle barriere culturali, ancorchè fisiche, in un simpatico duello tra le popolazioni al confine Franco-Belga, riscuoterà molti consensi.

Diventa fan di Film 4 Life su Facebook

About Redazione Film4Life 1261 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook