Amore nero: raoul bova contro gli abusi sulle donne

LA VIOLENZA SULLE DONNE COME TEMA CENTRALE DEL CORTO CON LA HUNZIKER

Quante volte la parola amore, love, amour, amor è stata usata in un titolo di stampo cinematografico? Stavolta il significato sentimentale è ben lungi da un’accettazione romantica, stiamo parlando infatti di “Amore nero”, corto di Raoul Bova e primo dei cinque progetti legati al sociale di Mediafriends. Si tratta di un cortometraggio prodotto dalla Sanmarco di Chiara Giordano (moglie di Bova), che appunto lo ha anche scritto e diretto e ha come protagonista Michelle Hunziker, in un cast composto anche Imma Piro, Giorgio Marchesi, Simonetta Solder, Giovanni Caravaglio, Giulia Clara Espositi e Camilla Espositi.

Il corto nasce dall’incontro tra Bova – da sempre impegnato nel sociale con la produzione di film come ”Sbirri” sulla droga e il cortometraggio sulla pena di morte ”15 seconds” – e la Hunziker che, insieme a Giulia Bongiorno, sostiene l’associazione Doppia Difesa, vicina alle donne vittime di stalking. Sono piu’ di dieci milioni le donne che, nell’arco della loro vita, hanno subito abusi e violenze psicologiche. Nella quasi totalità dei casi le violenze non sono denunciate. Esordisce così la pellicola breve, volta a sensibilizzare sul tema l’opinione pubblica.

“Per me e Giulia Bongiorno – ha dichiarato la protagonista Michelle – la missione e’ quella di aiutare queste donne tutti i giorni, si chiama Doppia Difesa perchè vogliamo aiutare le donne in difficoltà su questi episodi, al fine di vivere in una società in cui non ci siano violenza, indifferenze, né pregiudizi”. Un corto intenso per raccogliere fondi e sostenere l’associazione. Il costo? Irrisorio, data la buona causa. 

Amore nero

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook