Torino film fest: kaurismaki premiato

TFF2011: LAURA MORANTE MADRINA DELLA SERATA DI APERTURA

Si apre ufficialmente il 25 novembre, al Teatro Regio, con la consegna del Gran Premio Torino al regista Aki Kaurismäki e l’anteprima italiana di “L’arte di vincere/Moneyball” di Bennett Miller, la 29^ edizione del TFF: il Torino Film Festival, di cui Laura Morante sarà madrina nella serata d’apertura. La manifestazione si chiuderà il 3 dicembre con un doppio evento: l’anteprima nazionale di “Albert Nobbs” di Rodrigo Garcia seguita dall’anteprima internazionale del nuovo film di Francis Ford Coppola, “Twixt”.

Diretto per il terzo anno consecutivo da Gianni Amelio, il festival continua nel solco della tradizione il suo percorso di scoperta e riflessione critica sul cinema contemporaneo, i suoi linguaggi, i suoi autori. 218 opere in totale – di cui 36 di produzione italiana, 32 anteprime mondiali, 21 internazionali, 10 europee e 70 italiane -. 16 i film in concorso – tra cui 2 italiani,

“I più grandi di tutti” di Carlo Virzì e “Ulidi piccola mia” di Mateo Zoni – che saranno giudicati da una giuria internazionale composta da Jerry Schatzberg (Presidente), Michael Fitzgerald, Valeria Golino, Hubert Niogret, Brillante Mendoza.

La sezione rapporto confidenziale rende omaggio a SION SONO, eccentrico, travolgente poeta, romanziere e cineasta giapponese inedito nelle sale italiane. Mentre protagonisti di figli e amanti saranno quest’anno autori che alternano la professione di attore a quella di regista: Antonio Albanese, Ascanio Celestini, Michele Placido, Kim Rossi Stuart, Sergio Rubini. La retrospettiva è dedicata a Robert Altman e comprende gli oltre quaranta lungometraggi diretti da Altman per il cinema e la televisione, le due serie HBO Tanner ‘88 e Tanner on Tanner, una selezione degli episodi tv e dei documentari industriali realizzati a Kansas City negli anni Cinquanta.

Come sempre nelle sezioni Italiana doc e Italiana corti verrà proposto il meglio del cinema italiano nell’ambito del documentario e del cortometraggio, mentre Onde conferma la sua vocazione di sezione “estrema”, in cui si confrontano le più svariate tecniche espressive e ideali del cinema contemporaneo. 

About Collaboratori Esterni 376 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori