Christian bale: problemi in cina

DOPO LE RIPRESE CON YIMOU, L’ATTORE FERMATO DAI MILITARI

Guai in vista per l’attore Christian Bale, celebre per il suo ruolo di Batman. L’attore infatti ha avuto qualche screzio con la polizia cinese che lo ha aggredito a causa del suo tentativo di raggiungere la casa di un attivista politico, Chen Guangcheng, detenuto agli arresti domiciliari. Il tutto è stato filmato dalle telecamere della CNN che sta seguendo l’attore in giro per la Cina per promuovere il film “The Flowers of War” di Zhang Yimou, di cui è protagonista.

Christian Bale però ha voluto fare una piccola deviazione dal tuor previsto per andare al villaggio di Chen Guangcheng. Arrivato davanti la casa dell’avvocato, cieco fin dalla nascita, Bale ha cercato di spiegare alle forze dell’ordine di voler fare visita a Chen, ma le guardie, non riconoscendolo lo hanno allontanato. I toni si sono surriscaldati e alla fine una dozzine di uomini armati ha messo in fuga Christian Bale e il nutrito gruppo di giornalisti che si trovava insieme a lui. Il regime di Pechino infatti vieta a Chen di venire in contatto con il mondo esterno.

Nel 2006 l’uomo è stato condannato a quattro anni di carcere per “danneggiamento di proprietà pubblica”, perché alcuni suoi sostenitori avevano manifestato nel villaggio. La pena per l’avvocato si è tramutata in arresti domiciliari. Da febbraio però, dopo la pubblicazione di un video su internet, il villaggio è circondato da guardie e agenti in borghese, che vigilano la casa dell’attivista.

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook