Melancholia trionfa agli efa

BERLINO PREMIA L’ULTIMO FILM DI LARS VON TRIER

Siamo quasi ad un quarto di secolo, considerando che da 24 anni ogni anno in una città europea diversa vengono assegnati gli EFA, ovvero gli European Film Award, i premi per le migliori produzioni dei film del vecchio continente. Nell’edizione 2011, che si è disputata a Berlino, ha trionfato il controverso film di Lars Von Trier “Melancholia”, che ha conquistato tre statuette: Miglior Film, Miglior Fotografia e Miglior Scenografia. Per il regista è la terza volta che riceve l’importante riconoscimento a livello europeo: nel 1996 con “Le onde del destino” e nel 2000 con “Dancer in the Dark”.

Il film di Von Trier batte la pellicola premio Oscar “Il discorso del re” di Tom Hooper, che deve accontentarsi del premio di Miglior Attore Protagonista, andato a Colin Firth, e del premio per il Miglior Montaggio. Per quanto riguarda la Migliore Attrice Protagonista, l’EFA è stato consegnato a Tilda Swinton per “We Need to Talk About Kevin”. La Miglior regia europea dell’anno che si appresta alla conclusione è di Susanne Bier per “In un mondo migliore”, mentre il premio per la Miglior Sceneggiatura è dei Fratelli Dardenne per “Il ragazzo con la bicicletta” e per Michael Hazanavicius per “The Artist”, che arriverà nelle sale italiane il prossimo venerdì. 

L’Italia invece rimane a bocca asciutta. Anche per quest’anno il nostro paese esce sconfitto da questi European Film Award, senza contare che potevamo proporre come pellicola fuori dai canoni tradizionali solo “Habemus Papam” di Nanni Moretti (due nomination), mentre il resto del cinema tricolore non è stato preso in considerazione. Cambierà qualcosa nel futuro? Ci auguriamo che il 2012 porti consiglio. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook