L’era legale: recensione e scheda film

LA VERA STORIA FINTA DI NICOLINO AMORE, SINDACO DI NAPOLI NEL 2020

Napoli, 2020. E’ ora la città più pulita, sicura e ricca della Terra… Molto strano a dirsi con i tempi che corrono. Viene da chiedersi cosa le sia successo in questi 9 anni. La risposta ce la dà Enrico Caria: è stato eletto Nicolino Amore come nuovo sindaco; incredibilmente comprensivo con il popolo napoletano e abbastanza audace da legalizzare ogni droga pesante, risolvendo paradossalmente il problema dell’enorme capitale del narcotraffico.

In questo mockumentario convivono senza scontrarsi svariati linguaggi: i filmati in HD sono affiancati da animazioni realizzate a mano, fotografie, effetti digitali, che danno vita a un mix visivo davvero affascinante. Come se non bastasse, le riprese sono state realizzate con una decina di supporti diversi: da telecamere professionali e amatoriali a microcamere inserite in una penna spia. Un film denso di tecnologie, di stimoli visivi e concettuali che scongiurano il rischio di annoiarsi.

Un’elaborata parodia della politica italiana contemporanea e dei media che fanno l’informazione ufficiale. Ma sui fatti di Napoli non si scherza: raccontati con serietà e consapevolezza, vengono rappresentati da filmati realmente esistenti. A supportare la storia del protagonista, sono chiamati svariati personaggi illustri che interpretano sé stessi: Lucarelli, De Cataldo, Macrì, Grasso, persino giornalisti stranieri di grande prestigio come Bill Emmott.

“L’era Legale” è un documentario totalmente costruito su una figura di fantasia ma che racconta una grande verità, attraverso un gioco interno tra vero e falso che si conclude con il proporre una soluzione. Non c’è però la pretesa di imporla: il regista sa bene che non sta a lui, in fondo, fornire la risposta ai problemi del Paese. Informazione quindi, veicolata dall’intrattenimento:
l’intento di raccontare una situazione drammatica in modo scorrevole e divertente, adottando il formato della parodia allo scopo di favorirne la divulgazione tra la popolazione italiana, appare perfettamente riuscito. Patrizio Rispo è consapevole di non poter cambiare le cose, ma sa di poter svegliare le coscienze: in questa prova cinematografica ci riesce eccome, dando un interessante suggerimento, che bisogna saper cogliere…

Un’opera assolutamente fuori dal comune, un piccolo film a basso costo, dal messaggio ambizioso e importante. Realizzato con un’enorme entusiasmo di fondo, è davvero divertente anzi, geniale. 

Uscita Cinema: 13 gennaio 2012
Regia: Enrico Caria
Sceneggiatura: Enrico Caria
Fotografia: Giuseppe Schifani
Montaggio: Roberto Martucci
Musiche: Pivio & De Scalzi

Grafica e Animazioni: Sergio Gazzo

Visual Effects: Paolo Zeccara, Corrado Rizzo, Gianluca Rizzo

Attori: Patrizio Rispo, Cristina Donadio, Pietro De Silva, svariati professionisti che interpretano sé stessi

Produzione: Renzo Rossellini, Eduardo Romulo, Enrico Caria
Distribuzione: Bolero Film

Paese: Italia 2012

Durata: 77’
Genere: Mockumentario
Formato di ripresa: Colore – Digital HD 16:9

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook