Angus macdonald, “for lovers only” in italia

INTERVISTA AL CO-PRODUTTORE SULLA PRODUZIONE E LA DISTRIBUZIONE DELL’ULTIMO FILM DEI POLISH BROTHERS

F4L: Cosa vi ha portato a scegliere un tema così classico come la storia d’amore tra due giovani che si consuma a Parigi, città dell’amore per eccellenza?

AMD: Perché è un tema universale, che tutti possono comprendere perché lo vivono o l’anno vissuto. Quello raccontato nel film è un amore forte, è una storia emotivamente coinvolgente. Tutti i film dei Polish brothers sono basati su scritture che danno un grande peso al lato umano e positivo della vita. For Lovers Only è un film che vuole comunicare positività e amore.

F4L: Vedendo il film si nota subito la grande competenza tecnica con la quale è stato realizzato. Come sono stati reclutati i membri di uno staff così esperto e un’attrice così famosa per un piccolo film indipendente?

AMD: È stata sufficiente la passione. Ognuno dei membri dello staff era profondamente innamorato del progetto e ha una profonda passione per il cinema. Lo stesso vale per Stana Katic. Nessuno di noi sa quando e quanto guadagnerà da questo progetto, ma non importa. È anche un messaggio di speranza, tutto è possibile se davvero lo si vuole. Abbiamo dimostrato che quando si parte da un ottimo script e a lavorarci sono ottimi elementi, ecco che ne esce un ottimo film, anche con pochissimi fondi.

F4L: Appaiono evidenti i richiami allo stile dei registi della Nouvelle Vague come Jean Luc Godard, ce lo conferma?

AMD: Assolutamente si. Il regista Michael Polish si è ispirato molto a Godard per la regia e più in generale al cinema francese degli anni ’60. Inoltre, in post-produzione abbiamo scelto di portare modificare il girato dal colore al bianco e nero. Questa scelta, come quella di adottare una regia così lontana dai canoni hollywoodiani, ci è sembrata la più adatta alla vicenda e alla città in cui si volge.

F4L: Non si è trovata ancora una distribuzione in Italia, come mai?”

AMD: Il film ha avuto un grande successo nei festival in cui è stato presentato e sta andando molto bene su iTunes. È stato persino apprezzato dalla critica statunitense ma qui in Italia, per il momento, siamo stati respinti: il film non ha struttura. Questa è stata la critica che ci è stata mossa. Non interessa perché di difficile lettura e completamente diverso dagli standard richiesti dal mercato italiano. Ad una prima richiesta ci hanno detto di no, ma noi non molliamo.

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook