Hugo: pareri opposti sul film di scorsese

DA DICKENS AL FANTASY STORICO, SCORSESE CI PROVA CON RISULTATO ALTERNO

Hugo Cabret è un ragazzino orfano che vive da solo nei meandri di una stazione ferroviaria parigina negli anni Trenta. Dopo essersi imbattuto in un macchinario da ricostruire e in una ragazza eccentrica, il ragazzino entrerà in contatto con un anziano e misterioso gestore di un negozio di giocattoli, finendo risucchiato in una magica e misteriosa avventura.

Hugo Cabret racconta l’avventura di un ragazzo pieno di inventiva, che mentre cerca la chiave per far luce su un segreto legato alla vita di suo padre, finisce per migliorare quella delle persone che lo circondano, trovando inoltre un luogo che può chiamare finalmente casa.

Analizziamo l’ultima fatica del prode Martin insieme:

1-QUALE TIPO DI PUBBLICO POTREBBE CONQUISTARE?
2-MANTIENE LO STILE CINEMATOGRAFICO DEL REGISTA?
3-LO CONSIGLIERESTI?

1) DAVIDE MONASTRA: Gli amanti del cinema, il cinema con la C maiuscola, non possono non apprezzare questo piccolo gioiellino, dato che si tratta di un omaggio alla settima arte, oltre che a uno dei precursori del cinema dell’immaginazione ovvero Georges Méliès.

SIMONE BRACCI: Chi apprezza il fantasiosa mondo delle fiabe senza pretese, un pò monocorde e ampiamente preventivato. Quindi una ristretta minoranza, che di questi tempi…e già pur qualcosa. Certo il metacinema affascina sempre, ma quando si cerca di combattere la raffica di sbadigli l’interrogativo nasce.

 

2) DM: No. Per la prima volt Martin Scorsese si concentra sulla favola, lasciando da parte il suo cinema d’azione, concentrandosi sulla bellezza del cinema per immagini, tralasciando la storia (ottimo l’uso del 3D)

SB: Nella sua ultima boriosa parte si, certo non The Departed nè la sua gloriosa storia degli anni 80, ma un lavoro che manca di ritmo e, nonostante qualche buona sequenza di ripresa, aggiunge poco da dire al mito di Scorsese. Che oggi come oggi è ad un passo dalla pensione artistica. Sì, sono cattivo!

 

3) DM: Un film che ha ricevuto 11 nomination all’Oscar non può non essere consigliato!

SB: Solo ad una parte molto ridotta di pubblico, specie quello che fa rima con adolescenti…Per gli altri, magari per la curiosità o, solamente e solo in quel caso, abbiate dei figli da educare al cinema. 

SCRITTO DA SIMONE BRACCI E…

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook