Touch: tocco di classe della fox

ARRIVA IN ITALIA LA SERIE CHE HA COLPITO E COMMOSSO GLI STATI UNITI

Dagli autori di “Heroes” e “24” arriva in Italia il 20 marzo sulla rete Fox “Touch” il telefilm che negli Stai Uniti ha avuto un pubblico di 12,1 milioni di telespettatori per il pilot andato in onda lo scorso 25 gennaio.

Osannato dalla critica che è rimasta estremamente colpita dalla sceneggiatura e dalla recitazione di Kiefe Sutherland la serie si basa sulla convinzione che ogni persona è legata ad un’altra tramite  sei gradi di separazione che a volte la coincidenza o il destino può quasi annullare nonostante si viva ai lati opposti del mondo. Il meccanismo della narrazione è molto simile a quello usato nel film “Magnolia” di Paul Thomas Anderson in cui solo alla fine si comprende in che modo esistano forti legami tra persone che sembrano estremamente lontane.

Il leitmotiv della storia diventa ancora più avvincente tramite le vicende umane dei due protagonisti che sono Jake, un bambino autistico, e Martin suo padre (interpretato da Kiefe Sutherland) che, avendo perso la moglie nell’attentato alle torri gemelle, cerca di svolgere il suo complicato ruolo nel miglior modo possibile.

Il titolo della serie “Touch” sembra avere un significato ambivalente richiamando sia il tocco del destino che riesce ad unire persone lontanissime e il mancato contatto tra i due protagonisti ed il resto del mondo.

Poesia, amore incondizionato, il mistero dei numeri, domande che cercano risposte in un lontano verosimile, questi sono gli ingredienti di una serie che ha tutte le carte in regole per poter colpire il cuore e la testa di chi la guarda.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook