George clooney: mama i’m coming home

PRIMA TELEFONATA DAL CARCERE NON PER LA FIDANZATA, MA PER LA MAMMA

Che ci volete fare, la mamma è sempre la mamma. Anche per le grandi star del calibro di George Clooney che si accompagnano a bellissime donne come Stacy Keibler, nel momento del bisogno il primo pensiero va sempre alla propria adorata mamma. Così ha fatto anche il divo di Hollywood, arrestato per aver partecipato ad una protesta davanti all’ambasciata del Sudan, che in cella ha voluto sentire solo la voce di Nina Bruce, sua madre.

Per Clooney era il primo arresto ed è stata per lui un’esperienza nuova: ha condiviso la cella con suo padre (il giornalista Nick Clooney), con alcuni attivisti (tra cui il figlio di Martin Luther King) e i parlamentari Green, McGovern, Moran e Olve. Le tre ore di reclusione non sono state facili per Clooney: ammette di essersi trovato in difficoltà ma di sentirsi anche onorato di condividere quello spazio ristretto con personalità così importanti.

Ricordiamo che il divin George è nato a Lexington, Kentucky, ed è appunto figlio di Nina Bruce, ex miss di concorsi di bellezza, e di Nick Clooney, ex anchorman e presentatore televisivo. Clooney ha origini irlandesi da parte di padre e ha una sorella maggiore, Adelia. Ai giornalisti di TMZ ha poi lasciato una dichiarazione ironica: “Si, ho chiamato la mamma… Niente di nuovo, no?”. Ecco perchè ama tanto l’Italia, noto popolo di mammoni.

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook