John belushi 3o anni fa moriva un attore e nasceva un mito

Dal Saturday Night Live a The Blues Brothers e Animal House, John Belushi un comico e attore indimenticabile a 30 anni dalla sua morte

Come spesso accade nel mondo dello spettacolo e non, i migliori se ne vanno via presto, troppo presto, e lasciano un vuoto che spesso è difficile da colmare se non guardando e riguardando i loro lavori e apparizioni.

In certi casi è la loro scomparsa prematura a rendere quei personaggi indimenticabili e farne quindi degli eroi, altre volte è semplicemente il loro aver lasciato il segno nonostante siano stati poco sulla scena e in vita. Ed è questo il caso di John Belushi.

L’attore morì a soli trentatré anni con un cocktail fatale di eroina e cocaina e con lui se ne andò uno dei personaggi comici più brillanti del cinema moderno americano. Dall’annuncio della sua morte a oggi sono passati trent’anni, era il 5 Marzo del 1982, e nonostante tutto questo tempo le persone continuano a ricordarsi di lui e le nuove generazioni lo osannano come se lo avessero conosciuto in vita, perché un talento rimane tale anche quando non c’è più.

I suoi film non sono stati numerosi, otto in tutto, si cui solo tre come protagonista, ma sono bastati a renderlo una leggenda. Indimenticabile e ormai cult la sua interpretazioni in “The Blues Brothers”, dove il suo modo di ballare e la recitazione hanno fatto epoca confermandolo come uno degli attori comici più bravi degli anni ‘70 e di sempre.

L’esordio  e i primi successi arrivarono grazie al programma americano Saturday Night Live, lì incontrò quello che diventerà un suo compagno di viaggio, Dan Aykroyd. Sono rimaste nella storia della televisione statunitense le caricature di famosi personaggi famosi che comprendevano attori, musicisti, politici; più di 40 personaggi e 60 personificazioni che andavano da John Lennon a Joe Cocker, da Mussolini, Hitler a Ghandi. Storica la sua parodia del film “La febbre del sabato sera”, in cui Belushi fa diventare John Travolta un “Samurai”.

Oltre a “The Blues Brothers”, un’altra pellicola che ha reso Belushi indimenticabile è stata “Animal House”, senza dimenticare però altri film come “Chiamami aquila” e “I vicini di casa”.

Belushi fu un comico e un attore straordinario che avrebbe potuto regalare molto altro ai suoi fans e al mondo dello spettacolo, ma purtroppo le sue debolezze vinsero e lo portarono via troppo presto.

A noi che non lo abbiamo conosciuto in vita, ma anche ai nostri genitori e fratelli che lo videro, piace ricordarlo con il completo nero, il cappello e gli occhiali da sole a cantare su quel palco con la folla urlante, un’immagine che ancora oggi fa sorridere e venire voglia di ballare come la prima volta, nonostante si sia già vista milioni di volte.

Grazie John Belushi.

 

 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook