On the road: kerouac diventa film

DOPO MEZZO SECOLO ARRIVA IL FILM SULLA BEAT GENERATION

“What’s your road, man? It’s an anywhere road for anybody anyhow”. Questa citazione, tratta dal celebre romanzo di Jack Kerouac, padre della Beat Generation, sta ufficialmente per diventare la battuta di un film. Ebbene sì: dopo più di cinquant’anni, il tanto amato romanzo “On The Road” di Jack Kerouac è diventato un film e il 12 marzo, all’anniversario dei 90 anni dell’autore, la produzione ne ha condiviso il trailer.

La pellicola, ambientata on the road tra Louisiana, Arizona, Argentina, Canada, California e Messico, racconta la storia di Sal Paradise (alter ego di Kerouac, interpretato da Sam Riley), un giovane scrittore di New York, il quale incontra Dean Moriarty (Garrett Hedlund, il Neal Cassady del libro), un inquieto giovane carismatico, sposato con la sensuale Marylou (Kristen Stewart). Tra i due giovani nasce un’amicizia e insieme, spinti dal desiderio di fuggire dalla monotonia di una vita fatta di regole, intraprendono un viaggio per le strade degli States.

Da Kerouac in poi, tutti abbiamo un’immagine vivida del tipico road trip, vissuto come fuga da una realtà a noi stretta, in cui, abbandonandoci nell’immensità del paesaggio, nell’estasi delle trasgressioni e nell’infinitezza delle strade costeggiate dal deserto, ricerchiamo e troviamo noi stessi. Il titolo del film è On the road e la direzione è stata affidata a Walter Salles, regista de I diari della Motocicletta. Un film sicuramente difficile da dirigere in particolare per la pressione e il senso di responsabilità originati da un capolavoro come lo è stato il romanzo omonimo.

Pensate che, lo stesso Kerouac, nel 1957, aveva espressamente chiesto a Marlon Brando di farne un film, senza però ricevere risposta. L’idea di trasformarlo in pellicola è venuta quasi cinquant’anni dopo, a Francis Ford Coppola, il quale nel 2005, ne ha acquistato i diritti. C’è da dire che Walter Salles, almeno per quanto riguarda le intenzioni, ha cercato di fare del suo meglio: ha trascinato con sè, quasi l’intera troupe con cui ha lavorato per il suo I diari della motocicletta. Tra i più importanti, citiamo lo sceneggiatore Josè Rivera, il direttore della fotografia Eric Gautier, lo scenografo Carlo Conti e il compositore Gustavo Santaolalla.

Inoltre, si dice che Salles, per ricercare la massima condivisione con il romanzo, insieme all’attore Garrett Hedlund, abbia intrapreso un road trip di due settimane percorrendo 4.000 miglia su una Hudson del ‘49, evitando le autostrade costruite dopo il 1950 e ripercorrendo il cammino originale di Jack e Neal. Nel cast, oltre ai già citati, ci sarà Kirsten Dunst, Viggo Mortensen, Amy Adams, Alice Braga e Steve Buscemi. On the road, che tutti aspettiamo con trepidazione, dovrebbe uscire nelle sale italiane il prossimo 5 ottobre, ma alcune indiscrezioni sembrano suggerire che la prima mondiale sarà a maggio in occasione del Festival di Cannes.

Noi di Film4Life saremo presenti con la speranza che le alte aspettative siano soddisfatte. Ora godetevi il trailer, per il resto, vi terremo aggiornati!

Valentina Calabrese 

About Collaboratori Esterni 376 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori