27 torino glbt film festival: quinto giorno

STASERA I FILM “A NOVELA DAS 8” E “MELTING AWAY”. INOLTRE LAURA VALLE PRESENTA IL MEDIOMETRAGGIO “L’ALTRA METÀ DEL CIELO… CONTINUA”

Penultimo giorno di proiezioni al 27esimo Torino GLBT Film Festival. Questa sera saranno presentati altri due film che concorrono al premio finale nella sezione lungometraggi. Si tratta di “A novela das 8 (Prime Time Soap)” di Odilon Rocha e “Melting Away” di Doron Eran. Due film diversi proveniente da due parti del mondo totalmente differenti. Il primo film “A novela das 8” ci racconta del Brasile dell’anno 1978, quando, durante la dittatura militare, il paese è condizionato dalla telenovelas “Dancin’ Days”. La pellicola cerca di mostrare come in quel periodo la disco music riuscisse a esistere nonostante la repressione.

“A novela das 8” ricorda quel periodo seguendo il destino di 8 personaggi: una donna in fuga da se stessa, una prostituta ignara, un diplomatico segretamente omosessuale, un feroce poliziotto, due fratelli rivoluzionari, un ragazzo che scopre di essere gay. Pellicola con una straordinaria colonna sonora fine anni ’70 che ha vinto il premio Festival di Rio 2011 per la migliore sceneggiatura. “Melting Away” racconta invece la vita di Assaf,  un ragazzo che ha cambiato sesso, e che per questo motivo è stato allontano dal padre da casa. Adesso Assaf è Anna e si ritrova al capezzale del padre che sta per morire. Per la prima volta nella cinematografia una transgender israeliana si confronterà con la sua famiglia. Sarà presenta l’attrice Hen Yanni.

Oggi la regista Laura Valle presenterà uno dei pochi lavori italiani presenti a questo Torino GLBT Film Festival. Il mediometraggio sarà presentato nella sezioni “Binari Cortometraggi: Lesbian Stories” e porta il titolo di “L’altra metà del cielo… continua”. Si tratta infatti del secondo capitolo di “L’altra metà del cielo”, presentato al Torino GLBT nel 2009. Questa volta Laura Valle e Maria Laura Annibali incontrano sette donne: due giovanissime studentesse, una mamma, Benedetta Emmer, che ha avuto la sua bambina con l’inseminazione artificiale, e la cino-portoghese Cristina, alle prese con le italiane. E poi una storica del lesbismo e le testimonianze di Anna Chiara Marignoli, organizzatrice di eventi nelle discoteche romane, e Imma Battaglia, leader del movimento GLBT.

Per il “Concorso Documentari” c’è da segnalare un’opera coraggiosa come quella realizzata da Chris Arnold e che si intitola “Trans”, che sarà presentata alle 20:40 questa sera. Il lavoro infatti ripercorre storie di trans e parte con quella un bambino che però si sente una bambina: Danann, sette anni, pur essendo nato nel corpo di un maschietto, infatti è già certo che il suo corpo giusto è quello di una femmina. Christopher McGinn, ex medico nella Marina militare americana, ha coronato il sogno di diventare donna dopo essersi congedato. Sogno che per Pam e Erica si è avverato invece solo dopo aver nascosto per cinquant’anni una realtà difficile da accettare, come testimoniano i partecipanti al Transgender Day di San Francisco.

Per “Binari Lungometraggi” saranno presentati oggi “Zenne (Zenne Dancer)” di M. Caner Alper e Mehmet Binay e The Night Watch di Richard Laxton. Il primo è un film turco che racconta l’amore tra Daniel, fotografo tedesco a Istanbul, e il bear Ahmet. Saranno presenti in sala Kerem Can, protagonista del film e il compositore delle musiche Paolo Potì. “The Night Watch” racconta invece l’amore lesbico ai tempi della seconda guerra mondiale.

La giornata comunque è piena di film interessanti, come ad esempio “Órói” di Baldvin Zophoníasson, film islandese che partecipa nella sezione “Forever Young, gli amori immaginari”. Si tratta di un teen drama sulle piccole gioie e i grandi dolori dell’adolescenza. La sezione “Vintage” è arricchita da un fil italiano del 1997, ovvero “Come mi vuoi” di Carmine Amoroso, con Enrico Lo Verso, Vincent Cassell, Monica Bellucci e per la prima volta sullo schermo Vladimir Luxuria.

Infine per il focus “Sport: l’ultimo tabù, le ‘nostre’ olimpiadi” sarà proiettato “Sommersturm (Summer Storm)” di Marco Kreuzpaintner, che racconta l’amore di Achim e Tobi i leader della locale squadra di canottaggio. Il film concorre per il “Queer Award” ed è stata pluripremiata e pluriapprezzata dalla critica e dal pubblico di moltissimi festival internazionali. 

 

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook