Californication: quinta stagione tra hank e charlie

IL DUO PROTAGONISTA, MOODY E RUNKLE, PROTAGONISTA ASSOLUTO DELLA SERIE COMEDY

Per una serie spesso accusata di mancanza di coerenza, la quinta stagione di “Californication” è stata di gran lunga la meno coerente dell’intero lotto. Troppe le sotto-storie e i personaggi superficiali che sono stati confezionati per dar nuova linfa alla serie e regalare nuovi ascolti, specie considerando il livello di qualità delle precedenti serie.

Gli ultimi tre episodi, salvo il finale non spoilerabile, hanno rimesso in carreggiata la banda guidata da Hank Moody (David Duchovny) e soci. Quelli, dunque, dove i nuovi innesti venivano messi in disparte per dar spazio al plot semplice, in cui i personaggi principali, lo zoccolo duro del format, interagivano in qualche modo tra di loro.

CHARLIE RUNKLEGrande e meritato spazio per Charlie Runkle (un eccellente Evan Handler), miglior amico e agente dello scrittore, i cui duetti col protagonista, inseriti nel contesto familiare e professionale, risultano essere sempre i più divertenti e riusciti dell’intera stagione. Grazie alla loro alchimia che i fans storici continuano a seguire con passione le avventure nella città degli angeli.

La quinta stagione di Californication, infine, si chiude con 768.000 telespettatori live, 984.000 considerando le repliche, in crescita del 40% rispetto al finale della scorsa stagione; lo show con David Duchovny è visto in media da 2.8 milioni di telespettatori ogni settimana, più 12% rispetto alla quarta stagione. Li aspettiamo, quindi, vispi, ricchi e annoiati più che mai nella prossima annata, curiosi come sempre di capire…dove andranno a parare.

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook