Cannes 65: indiscrezioni dalla croisette

RUMORS VOGLIONO GARRONE IN CONCORSO UFFICIALE PER LA PALMA D’ORO 

Elitario, speciale, glamour, affascinante e dotto. Potremmo sbizzarrirci riguardo la definizione del Festival di Cannes, ma per ora citiamo Troisi annunciando che…non ci resta che aspettare. Di che parliamo? Ma dell’annuncio del concorso, ovviamente, cioè della selezione di quelle opere che gareggeranno per orgoglio e introito economico, con l’Italia a sperare grazie al suo Presidente di Giuria, tale Nanni Moretti.

Finora di ufficiale intanto c’è solo la partecipazione sicura di Piero Messina, che non è un pittore rinascimentale, ma un regista del Centro Sperimentale di Cinematografia, selezionato con “Terra”, tra le 15 opere della Cinefondation. Altra pellicola data per certa è “C’era una volta in America”, non il remake, ma una restaurazione eccellente della Cineteca di Bologna dell’opera di Sergio Leone, in collaborazione con Gucci e la Film Fondation di Martin Scorsese che aspetterà sul red carpet Robert De Niro ed Elizabeth McGovern.

Poi in concorso, stando almeno ai frementi rumors, ci sarebbe “Big House”, il nuovo film di Matteo Garrone che stavolta parlerà del mondo che ruota attorno alla realtà del Grande Fratello, protagonisti Aniello Arena e Loredana Simioli, accanto a Claudia Gerini. Stessi discorso vale per Daniele Ciprì, in solitaria senza il collega Franco Maresco, che proporrà “È stato il figlio”, storia di una famiglia sconvolta da un delitto di mafia con Toni Servillo nel ruolo di mattatore.

Bene, ora che vi abbiamo rivelato i pettegolezzi, lasciamo ai posteri…di domani l’ardua conferma. Noi ci prepariamo all’assalto della Croisette!  


About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook