I cento anni di renato rascel, torino rende omaggio all’artista ma roma no

DOMANI IL CENTENARIO DALLA NASCITA DELL’ATTORE, LA VEDOVA DENUNCIA “ROMA LO HA DIMENTICATO”

Domani saranno 100 anni dalla nascita di Renato Rascel, uomo di spettacolo a 360 gradi, dal cinema al teatro, radio e la televisione, la prima televisione quella in bianco e nero con pochi canali. Uomo da palcoscenico, artista completo che ha sempre ironizzato sulla sua piccola statura e ne ha fatto un elemento caratterizzante in più che lo ha reso ancora più simpatico al grande pubblico.

Torino, sua città natale, dove il 27 aprile 1912 i genitori teatranti si trovavano  casualmente nonostante fosse quasi rinnegata dall’artista stesso che rivendicava il suo essere romano di adozione, gli dedicherà in sua memoria numerose retrospettive di film, mostre, convegni spettacoli e concerti per ricordare questo poliedrico artista, tanto che le celebrazioni per il suo centenario si svolgeranno fino a dicembre.

E se Torino si è mobilitata in grande stile per ricordare Rascel, Roma non sta facendo lo stesso, anzi sembra che la capitale si sia dimenticata del tutto di colui che le ha perfino dedicato una canzone che ha fatto il giro del mondo, “Arrivederci Roma”. A dirlo è la moglie dello stesso Rascel, Giuditta Saltarini, che ha commentato l’atteggiamento che la capitale sta avendo nei confronti del marito con molta amarezza, e in un’intervista ha dichiarato «constatare che questa città ha dimenticato mio marito, al quale deve tanto: basti pensare alla popolarità mondiale di Arrivederci Roma, un brano che è stato cantato anche da Paul McCartney… Con il Comune si era parlato di organizzare un concerto a giugno in piazza del Campidoglio, ma ci dicono che non ci sono fondi e il progetto non va avanti. Me lo lasci dire: se non si fa niente, è una vergogna e io la denuncerò pubblicamente”.

Le frasi della vedova Rascel sono dure e sono dettate da una profonda delusione, lo stesso sentimento che prova il figlio, Cesare Ranucci, che per il padre stava organizzando un grande concerto a Roma fin da settembre e al quale avrebbero partecipato numerosi personaggi dello spettacolo, da Gigi Proietti a Arbore, Peppino di Capri e perfino De Niro e Liza Minnelli, ma il tutto rischia di saltare perché i fondi che il comune era disposto a stanziare non sarebbero bastati neanche per l’allestimento del palco.

Ora si spera che dopo i messaggi inviati dalla famiglia dell’artista Comune e Regione si mobilitino per rimediare a quello che sarebbe un torto ad un artista che ha amato profondamente la sua città e si spera che Roma ricambi e che omaggi in modo degno uno degli artisti che ha fatto la storia dello spettacolo italiano, Renato Rascel.

Film4life ha deciso di ricordare l’artista condividendo con i suoi lettori la canzone “Arrivederci Roma”, buon ascolto!

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook