Le coccinelle sceneggiata transessuale: documentario torino glbt

IL CELEBRE GRUPPO DI TRANSESSUALI NAPOLETANI, IN UN DOCUMENTARIO CHE CONVINCE

Le Coccinelle – Sceneggiata transessuale” è l’unico documentario italiano in concorso in questa 27esima edizione del Torino GLBT Film Festival. Il film documentario di Emanuela Pirelli racconta la storia di un gruppo di transessuali di Napoli, famosissime nella città partenopea dato che solitamente sono intervenute, nel corso degli anni, per allietare le feste (battesimi, prime comunioni e matrimoni) dei napoletani. Il loro gruppo si chiama appunto “Le Coccinelle” e sono 4 artiste della musica partenopea, da anni attive nella musica neo-melodica.

“Le Coccinelle – Sceneggiata Transessuale” fa scoprire una realtà poco nota a chi non è di Napoli. Infatti nella città partenopea i transessuali sono una parte integrante del substrato cittadino e sono ben accettati soprattutto da donne e bambini, che intervistati dalla Cartella raccontano la loro esperienza con l’universo transgender. Nelle loro canzoni, Le Coccinelle, raccontano i loro tormenti, gli anni bui della prostituzione, l’amore con uomini sposati e/o uomini che non riescono a dire alla luce del sole di essere innamorati di una trans, in una lotta continua contro l’ipocrisia della gente, che esalta un transessuale di notte, ma lo discrimina di giorno.

Il documentario ha anche il pregio di far scoprire, attraverso la storia dei femminielli Tonino, Gennaro, Giacinto e Genny la vera musica neo melodica napoletana, senza basarsi troppo sugli stereotipi; ovvero quella che ancora oggi i giovani ascoltano a palla nell’autoradio mentre sfrecciano tra le strettissime vie dei quartieri spagnoli. Un ottimo esordio alla regia!

 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook