Torino glbt film festival: secondo giorno

OGGI SARANNO PRESENTATI I FILM “MOSQUITA Y MARI” E “AUGUST”

Prima giornata ufficiale del 27 Torino GLBT Film Festival. Dopo la serata inaugurale di ieri sera presentata dalla madrina e giurata Chiara Francini, che si è svolta al Cinema Uci zona Lingotto di Torino, con ospite d’eccezione la cantante Arisa e con la proiezione del film fuori concorso “Alle Tijd (Time to Spare)”, si comincia finalmente ad entrare nel clima di festival, con i primi due film in concorso, che saranno proiettati al Cinema Massimo, cuore pulsante della kermesse dedicata al cinema omosessuale.

Questa sera infatti alle 20.30 sarà la volta del film “August” di Eldar Rapaport, e a seguire sarà presentato “Mosquita y Mary” di Aurora Guerrero. Il primo film in concorso racconta la storia di un triangolo amoroso, che non è però un triangolo equilatero. Jonathan deve infatti affrontare l’ improvviso ritorno a Los Angeles di Troy, il suo affascinante ex fidanzato. Tra i due c’è un inevitabile ritorno di fiamma: ma Troy ha iniziato una nuova vita in Spagna, sua nazione di adozione ormai, mentre Jonathan ha una storia con Raul, un ragazzo argentino che pur di emigrare negli States ha sposato una sua amica americana. Si tratta quindi di un dramma sentimentale, in cui il passato influisce ancora sul presente, con i personaggi della pellicola che devono confrontarsi/scontrarsi con i loro tormentati sentimenti.

Mosquita y Mari” di Aurora Guerriero è invece una delle pellicola più attese di questa edizione del Torino Glbt Film Festival. Presentato già al Sundance Film Festival lo scorso gennaio, il film racconta la storia di Yolanda, studentessa modello, è la figlia unica di severi immigrati messicani. L’arrivo dal Messico della ribelle e povera Mari le sconvolgerà però presto la vita. Le incomprensione della prima ora, si trasformano presto in una bella amicizia, in una complicità che le porterà ad avventurarsi in un nuovo sentimento: l’amore, che cambierà per sempre Yolanda e Mari. “Mosquita y Mari” è un film giocato tutta su un dilemma, di shakespeariana memoria, scegliere la famiglia oppure l’amore?

Durante la giornata odierna per la sezione “Vintage”, ovvero per recuperare vecchie pellicole del passato, segnaliamo “Les amitiés particulières” di Jean Delannoy” datato 1964; per “Gay in pantofole” c’è da vedere “I am a woman now” sui primi interventi per cambiare sesso a Casablanca nel 1956. Per quanto riguarda la sezione cortometraggi vale la pena di segnalare “Verona” di Laurie Lynd inserito nella sezione collaterale “Spot: L’ultimo tabù. Le ‘nostre’ Olimpiadi”, che racconta la storia d’amore tra due rugbisti, rifacendosi a “Romeo e Giulietta”. Infine per l’evento speciale “Bullismo: al centro del bersaglio” saranno proiettati la sera il cortometraggio di Joel Schumacher “Man in the Mirror”, che sarà presentanto in anteprima internazionale, e il film “Private Romeo” di Alan Brown.

Inoltre dalle 17:30 saranno presentati nella sezione “Binari Cortometraggi: Lesbian Stories” una serie di corti che hanno come tema le famiglie GLBT: “The Guft of Family”, “Same Differente”, “Tres Gotas De Agua”, “What do you know?” e “Mon and Dad: I have something to tell you”. Questi cortometraggi saranno introdotti da “Rete genitori Rainbow” (www.genitorirainbow.it), associazione che da anni si occupa di aiutare i genitori e i figli nati da precedenti relazioni eterosessuali. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook