Alain resnais, il novantenne che vuole vincere la palma d’oro

IL REGISTA PRESENTA OGGI IL SUO NUOVO FILM “VOUS N’AVEZ ENCORE RIEN VU”

Ci sono registi che andrebbero clonati, considerando che ormai sono troppo “anziani” per fare cinema. Fortunatamente questo non è il caso del regista Alain Resnais che a 90 anni suonati è ancora in piena attività e che quest’oggi presenterà al Festival di Cannes la sua ultima fatica, il film “Vous n’avez encore rien vu”, titolo che ovviamente fa venire in mente la celeberrima frase di “Hiroshima mon amour” (1959), ovvero “Non, tu n’as rien vu à Hiroshima”, tradotta in italiano in “Tu non hai visto niente a Hiroshima”.

Parlando del film, Alain Resnais in “Voun n’avez encore rien vu” porta in campo il meglio del cinema francese, dirigendo attori del calibro di Amalric, Arditi, Azéma, Consigny, Duperey, Girardot, Lartigau, Piccoli, Podalydes, Robin, Wilson: ovvero il meglio che c’è oltralpe. Le riprese del film, una rilettura moderna del mito di Orfeo, per ragione di amore e morte, sono durate appena 60 giorni, come ha raccontato il regista ieri in conferenza stampa, che ha poi aggiunto: “Più che un regista, mi considero un “bricoleur”, nei miei film faccio esperimenti, come in un laboratorio, senza sapere esattamente che cosa ne verrà fuori. Agli attori chiedo di portare se stessi, quando recitano entrano in una specie di trance e non vanno disturbati con le inutili indicazioni del regista”. Il film si interroga sulla domanda più difficile: “Perché siamo al mondo?”, il tutto in un modo ironico e toccante, che quasi quasi si potrebbe pensare all’opera prima di un regista e non alla pellicola di un arzillo novantenne. Sembrerà incredibile da pensare, ma stavolta Alain Resnais ha davvero tutte le carte in regola per portarsi a casa una meritata Palma d’Oro. Del resto dai primi commenti, che arrivano dalla Croisette, pare che “Vous n’avez encore rien vu” sia veramente un capolavoro a livello di regia e di sceneggiatura. 

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook