Brigitte bardot grida: "arrestatemi"

L’ATTRICE FRANCESE SCENDE IN CAMPO IN DIFESA DELL’ATTIVISTA PAUL WATSON

Brigitte Bardot torna a far parlare di sé, ma non dal red carpet di Cannes, lo fa rilasciando un comunicato stampa di fuoco contro l’arresto di Paul Watson, chiedendo di essere arrestata lei al suo posto. Come mai? Facciamo un passo indietro nella storia.

Nel 2002 Paul Watson, fondatore della Sea Shepherd Conservation Society, e ormai ex attivista di Greenpeace, cercò di fermare un equipaggio di pescatori che praticavano una pesca barbarica a danno degli squali. La pratica consiste nel taglio della pinna degli animali per poterle poi mettere in commercio, il tutto però avviene con gli squali vivi e poi messi di nuovo in mare a morire.

L’accusa contro l’attivista che lo ha portato all’arresto, è stata quella di aver messo in pericolo l’equipaggio di pescatori durante il suo tentativo di fermarli nelle acque della Costa Rica. La Bardot con il suo comunicato stampa descrive la sua indignazione  e rabbia per l’arresto, e aggiunge di voler prendere il posto di Watson in carcere perché: «Ho sempre sostenuto Paul Watson che considero mio fratello in armi in questa lotta». Chissà se la provocazione dell’attrice verrà accolta, e potrà aiutare Watson ad uscire dal carcere.

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook