Cinemaspagna: dal 4 al 10 maggio a roma

DOMANI IL CINEMA FARNESE PERSOL DI ROMA PARLA SPAGNOLO CON IL FESTIVAL CINEMA SPAGNA

Partirà domani 4 maggio e durerà fino al 10 maggio presso il cinema Farnese Persol di Roma CinemaSpagna, ovvero il Festival del cinema spagnolo, giunto alla sua quinta edizione. La kermesse cinematografica sarà aperta dallo spettacolo musicale di Louis Siciliano e dalla presentazione del film “No paz por los malvados” di Enrique Urbizu, che sarà presente in sala insieme all’attore protagonista José Coronado, e che recentemente ha portato a casa ben 6 Premi Goya, i rispettivi dei nostri David di Donatello.

Il festival, diretto da Iris Martín Peralta e Federico Sartori, è prodotto da EXIT med!a in collaborazione con l’Ambasciata di Spagna, la Reale Accademia di Spagna, l’Istituto Cervantes di Roma, Turespaña, l’Istituto Ramon Llull e l’ICAA. L’evento speciale di chiusura (gratuito) è “Madrid, 1987”, l’ultima perla di David Trueba con María Valverde; riflessione sulla vita, l’arte, i passaggi generazionali, in concorso al Sundance Festival, che racconta il rapporto fisico e intellettuale tra un professore maestro e una sua allieva.

Il tema dell’Alzheimer è invece al centro del lungometraggio di animazione “Arrugas”, di Ignacio Ferreras, vincitore di due Premi Goya 2012 come miglior film di animazione e come miglior adattamento, tratto dal fumetto omonimo di Paco Roca, esempio di animazione sofisticata capace di incantare giovani e adulti.

Lunedì 7 maggio alla presenza del regista Carles Torras e dell’attrice toscana Alice Bocchi sarà presentato “Open 24h”, che racconta di Héctor, guardia notturna che si prende cura del fratello affetto da una malattia psicofisica. Una favola nera dagli echi bressoniani e dal forte impatto socio-politico. Quindi l’intrigo comico-horror di “Lobos de Arga – Lupi in Galizia” di Juan Martínez Moreno, con Gorka Ochoa, premiato all’ultimo Fantasporto e reduce dal grande successo di pubblico a Sitges. Altro film che verrà presentato in CinemaSpagna sarà “Primos”, di Daniel Sánchez-Arévalo, con Inma Cuesta. “Puzzled Love” invece è un film dove vengono presentati 13 episodi diretti da 13 registi dell’ultimo anno della scuola ESCAC di Barcellona, che hanno così voluto raccontare una storia d’amore che dura un anno.

La retrospettiva “3 comedias + 1” dedicata alla commedia pura y dura, genere che ha sempre contraddistinto la cultura e la cinematografia spagnola, si compone di titoli ormai ritenuti dei classici della recente cinematografia iberica: “Famiglia” (1996), opera prima e Premio Goya, di Fernando León de Aranoa. Magistrale meccanismo di scatole cinesi, che porta la narrazione a profondità di toni impareggiabili. “Sin vergüenza” (2001), di Joaquín Oristrell, capolavoro sul mondo degli attori con Verónica Forqué (la Kika di Almodóvar). “El otro lado de la cama” (2002), di Emilio Martínez-Lázaro, con Ernesto Alterio e Paz Vega. Campione d’incassi in patria che ha lanciato un cast di future stelle. “Días de fútbol” (2003), di David Serrano con Fernando Tejero, vincitore del Premio Goya come miglior attore rivelazione. Cast di lusso per un’altra commedia campione d’incassi e risate made in Spain.

L’omaggio di questa quinta edizione di CinemaSpagna è dedicata al genio di Luis Buñuel con la proiezione speciale de “L’angelo Sterminatore (El ángel exterminador)” nel 50° anniversario del capolavoro che nel 1962 si aggiudicò il Premio FIPRESCI al Festival di Cannes, e di Simon del desierto, cult incompiuto del 1965, che conquistò il Leone d’Argento e il Premio FIPRESCI alla Mostra di Venezia.

About Redazione Film4Life 1261 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook