Grey’s anatomy: 11,1 milioni per l’ultima puntata

COLPI DI SCENA E ADDII PER IL PIU’ COOL DEI MEDICAL SERIES

Attenzione, in questo articolo vi sono anticipazioni sul finale dell’ottava stagione di “Grey’s Anatomy” ancora totalmente inedita in Italia. La scorsa notte sono stati 11,1 i milioni di telespettatori che negli Stati Uniti hanno guardato il finale dell’ottava stagione di “Grey’s Anatomy”, un dato sorprendente per una serie televisiva che tra alti e bassi è comunque riuscita ad arrivare indenne alla nona stagione, recentemente confermata dalla Abc.

Il motivo principale del successo della puntata conclusiva del medical tra i più amati dal pubblico sta nel colpo di scena già ampliamente annunciato dalla creatrice della serie, Shonda Rimes, che ha rimesso in discussione molte delle story line dello show. L’incidente aereo che ha colpito i personaggi più amati della serie ha anche fatto sorgere dubbi su quelli che potrebbero far parte della nona stagione. Certo è che Lexie (Chyler Leigh) non sarà più nel cast del telefilm ma molte domande rimarranno senza risposta sino al prossimo autunno dato che non è detto che Christina, Meredith, Dottor Stranamotre e Arizona si salvino.

Alla fine della puntata la Rimes ha commentato in tempo reale con un tweet “E’ stata un membro importante della mia famiglia di Grey’s. Non è stata una facile decisione, ma lo abbiamo deciso insieme. E’ stata una discussione ponderata ed alla fine abbiamo deciso entrambe che era il momento giusto per far concludere il viaggio di questo personaggio.”

Altra uscita di scena, decisamente meno drammatica ma certa nel telefilm, è quella Teddy (Kim Raver) licenziata da Owen capo/amico perché si allontanasse dal Seattle Grey luogo per lei ricolmo di brutti ricordi. Insomma “Grey’s Anatomy” non si smentisce mai e questa fine di stagione che ricorda un po’ “Lost” lascia tutti col fiato sospeso in attesa di quello che accadrà.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook