Lo hobbit: le foto della contea

DOPO LE FOTO DAL FILM E QUELLE SCATTATE DAI VISITATORI, ECCO LE IMMAGINI DAL SET IN NUOVA ZELANDA

lo hobbit contea 1Save the date: 14 dicembre 2012. Molti tra i fan probabilmente già lo sapevano, altri magari si saranno persi la notizia. Ribadiamo il concetto una volta per tutte: la data appena citata si riferisce all’uscita italiana, sottolineiamo italiana, de Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato. Stiamo parlando, in altre parole, del prequel della trilogia più seguita al mondo, quella intitolata Il Signore degli Anelli e firmata Peter Jackson.

Ne Lo Hobbit, ci troviamo nella Terra di Mezzo precisamente 60 anni prima la storia che veniva raccontata nel primo episodio della saga, La compagnia dell’Anello. Protagonista della pellicola questa volta non è Frodo Baggins ma Bilbo Baggins. “Mio caro Frodo, una volta mi hai chiesto se ti avessi raccontato tutto riguardo le mie avventure. Anche se posso affermare onestamente di averti detto la verità, magari ho tralasciato qual cosina..”.

Questi i versi che aprono il trailer italiano, dai quali facilmente si intuisce che cosa sia quella “cosina” di cui parla Bilbo. Dopo aver visto le prove della produzione effettiva del film nelle prime foto pubblicate online, e dopo aver sognato nel guardare le foto scattate dai fortunati visitatori del set, ecco che arrivano puntuali anche le immagini della Contea. Pubblicate dal magazine dailymail.com e venute direttamente dalla Nuova Zelanda, le fotografie lasciano senza parole anche per la bellezza della veduta dall’alto.

Ricordiamo che nel cast, oltre a Martin Freeman nei panni di Bilbo Baggins, troveremo nuovamente Elijiah Wood, Cate Blanchet, Orlando Bloom e Ian McKellen. Tra le new entry del film evento dell’anno figurano invece i nomi di Lee Pace, Andy Serkis, Ian Holm, Richard Armitage e Christopher Lee.

Guardate le foto e sognate con noi, dopodiché chiudete gli occhi e attendete… tra un po’ di tempo riapriteli, nella speranza sia già dicembre!

 

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook