Presentati a cannes 7 minuti di “django unchained” di quentin tarantino

BASTANO APPENA 7 MINUTI DI MONTAGGIO A CANNES PER FAR SALIRE LA FEBBRE DA ATTESA PER “DJANGO UNCHAINED”

Forse il nome di Harvey Weinstein non vi dirà assolutamente nulla, ma considerato solo questo: senza quest’uomo “Django Unchained”, prossimo film di Quentin Tarantino, in sala in Italia il 4 gennaio 2013, non sarebbe mai esistito. Ora capita che il signor Harvey Weinstein si sia recato al Festival più importante del cinema, quello di Cannes, e che abbia deciso di presentare alla stampa alcuni dei progetti che ha prodotto per l’annata 2012/2013, tra cui anche il sopraccitato Southern del signor Tarantino.

La Weinstein Company, casa di produzione di Weinstein, ha infatti ieri invitato 50 fortunati giornalisti da tutto il mondo per mostrare 7 minuti 7 di montaggio di “Django Unchained”, che ha letteralmente mandato in delirio tutti quelli che hanno potuto assistere alla proiezione, anticipata da 15 minuti di “The Master” di Paul Thomas Anderson e “The Silver Linings Playbook” di David O. Russell: altre due pellicole che il buon Weinstein ha prodotto e con le quali punta a sbancare i box office di tutto il mondo. Ovviamente però i due film di Anderson e Russell sono stati oscurati dalla visione di “Django Unchained”, che ha riscosso un successo unanime nei fortunatissimi che sono riusciti a vederlo. A questo punto non resta che attendere gennaio per poter giudicare tutto il nuovo film di Tarantino, ma considerate le premesse, stiamo già parlando di una pellicola che è destinata, volente o nolente, a diventare un cult.

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook