Prometheus: ridley scott vietato ai minori

NUOVA MINI CLIP E IMPROVVISO IMPEGNATIVO DIVIETO PER L’HORROR FANTASCIENTIFICO

Grande delusione per i fan adolescenti di Ridley Scott. “Prometheus”, l’ultimo film del grande regista, è stato infatti classificato con un rating “R” negli States. Questo significa che la visione sarà proibita a tutti i minori di 17 anni non accompagnati. Notizia che invece esalterà gli ammiratori più accaniti e puristi, che vedono l’estro del loro idolo finalmente tornare ai livelli di prima, senza paure e senza censure. Uscirà l’8 giugno nei cinema d’oltreoceano e il 14 settembre nelle nostre sale.

L’MPAA ha giustificato tale decisione per la presenza di “violenza in ambito fantascientifico” a causa di alcune scene intense e un linguaggio scurrile che l’associazione non ha considerato adatte ad un pubblico di adolescenti. Questo genere di decisioni però sono spesso esagerate e hanno come conseguenza prima una certa insoddisfazione nel pubblico colpito, con un’eco mediatica non indifferente e un’impaziente curiosità nel pubblico come contraccolpo.

Che sia una scelta fondata o meno ancora non è dato saperlo, ma sicuro sarà un film d’effetto. “Prometheus” è infatti l’esordio nella terza dimensione del regista americano, che sembra tornare in ottima forma e pronto a lasciare il segno al suo genere d’appartenenza, quello della fantascienza. Con un buon cast tra cui spiccano la bellissima Charlize Theron, reduce dal successo del suo “Biancaneve e il Cacciatore” e Micheal Fassbender, il film si colloca nel limbo entusiasmante del fantascientifico dal sapore epico, in cui la missione prettamente tecnica dei protagonisti, un team di scienziati ed esploratori, è solo il pretesto per la ricerca delle risposte alle domande ultime e più profonde sull’uomo e sulla vita. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook