48 pesaro film festival: iniziano i giochi

SI PARTE DOMANI CON UNA GUSTOSA ANTEPRIMA DELLA RASSEGNA MARCHIGIANA

Domani, domenica 24, il Teatro Sperimentale ospiterà l’AvantFestival, evento che precede l’apertura ufficiale della 48. edizione della Mostra del Nuovo Cinema prevista per domenica. Lo farà all’insegna del territorio e della memoria, con la proiezione di due mediometraggi che inaugurano idealmente la grande retrospettiva sul documentario italiano contemporaneo, uno dei fiori all’occhiello della presente edizione del festival. A partire dalle 18 si potrà infatti assistere a Musi neri di Filippo Biagianti e – a seguire – Quintosole di Marcellino De Baggis.

Il primo doc, finanziato e prodotto dalla provincia di Pesaro e Urbino, racconta con inserti di repertorio e materiale originale, l’epopea di quelle migliaia di italiani, tra i quali non pochi erano i pesaresi, che all’indomani della seconda guerra mondiale decisero di lasciare un paese messo in ginocchio dalla guerra per cercare lavoro in Belgio e Lussemburgo, dove li attendevano massacranti impegni nelle miniere. Le loro commoventi storie, fatte di sudore e discriminazione, i loro volti, resi neri dal carbone estratto, sono la testimonianza più autentica e sincera della nostra memoria di migranti.

La proiezione di Quintosole vuole inceve essere un omaggio ad uno dei più promettenti documentaristi italiani, Marcellino De Baggis, tragicamente scomparso lo scorso anno a soli 40 anni. Autore di lavori come Mistero e Sgomento o Herculaneum: diari del Buio e della Luce, è sempre stato vicino a realtà liminali e lo dimostra anche nel lavoro presentato all’AvantFestival. Quintosole, infatti, racconta con straordinaria umanità la parabola della Freeopera, squadra calcistica di terza categoria con una particolarità unica: i suoi giocatori sono tutti detenuti di Milano-Opera. De Baggis segue la squadra nella stagione 2003/2004, anno nel quale arrivò a vincere il campionato salendo di categoria, ma il calcio si rivela ben presto un pretesto per raccontare la condizione carceraria da un punto di vista originale.

Il Festival, conscio delle esigenze del suo pubblico, si dimostra ancora una volta vicino ad esso e lo “coccola” con quello che potremmo definire un “evento speciale”, anche se di cinefilo ha ben poco. Il grande schermo di Piazza del Popolo sarà infatti inaugurato domenica sera con la proiezione in diretta della partita della nazionale italiana di calcio impegnata nei quarti di finale dell’Europeo 2012 contro l’Inghilterra, un’occasione per condividere insieme le proprie emozioni unendo quei grandi aggregatori culturali che sono il cinema e il calcio. 

About Collaboratori Esterni 376 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori