Critics’ choice television awards: i vincitori

HOMELAND, BREAKING BAD, COMMUNITY, PREMIATE COME MIGLIORI SERIE TV DELL’ANNO

Mentre gli appassionati di cinema e serie tv, italiani, erano distratti dalle sorti della Nazionale, impegnata a giocare la sua partita all’Europeo, gli Usa celebravano a Beverly Hills i Critics’ Choice Television Awards. Giunta alla sua seconda edizione, la cerimonia premia le migliori serie tv americane, giudicate annualmente dalla Broadcast Television Journalists Association (BTJA), formata da oltre cinquanta critici televisivi appartenenti alle principali testate giornalistiche statunitensi, operanti nel mondo della televisione, della radio, della carta stampata e sul web. Non molte le sorprese, come tutti prevedevano infatti, è la NBC il network che porta a casa più premi, ben 5, mentre ABC e AMC seguono con 3.

La vera lotta testa a testa c’è stata tra due serie drama, nominate tra le migliori dell’anno, e, nonostante il grande successo dell’ultima stagione di Mad Men, è Homeland a aggiudicarsi il premio sia di miglior serie drama che di miglior attrice protagonista (Claire Danes). Mad Men si è invece portata a casa il premio come miglior attrice non protagonista (Christina Hendricks). Soddisfazione anche per la serie che tutti aspettiamo con trepidazione, mancano infatti solo 4 settimane per la quinta, attesissima stagione di Breaking Bad per la quale Bryan Cranston e Giancarlo Esposito hanno vinto i premi, rispettivamente, come migliore attore protagonista e miglior attore non protagonista. Per concludere con le serie drama, Lucy Liu vince un premio come guest star in Southland.

Passando invece alla Comedy, è Community ad averla vinta su tutte le altre e mentre Louis C.K. (Louie) la spunta come miglior attore, Zooey Deschanel (New Girl) e Amy Poehler (Parks and Recreation) devono condividere  il premio come miglior attrice protagonista. Ty Burrell e Julie Bowen di Modern Family vincono come miglior attori non protagonisti ed infine Paul Rudd è la miglior guest star dell’anno per Parks and Recreation.

Non è finita qui, infatti la fortunata serie tv Sherlock vince due premi, miglior film TV/miniserie e miglior attore (Benedict Cumberbatch), invece Julianne Moore vince come miglior attrice per il controverso film TV su Sarah Palin, Game Change. Tante altre serie tv di successo non sono state nemmeno nominate, ma si sa, la competizione in America si gioca ad alto livello e le serie tv devono reinventarsi di continui per destare maggiore interesse. 

About Valentina Calabrese 326 Articoli
Critica e ufficio stampa free lance si autodefinisce "agonista del cinema".
Contact: Facebook