Diaz: ritorno in sala con oltre 40 copie

NEL GIORNO DELLA SENTENZA FINALE RIDISTRIBUITO AL CINEMA IL FILM DENUNCIA DI VICARI 

A poco più di due mesi dall’uscita, il 13 Aprile, torna oggi nelle sale, in oltre 40 copie, Diaz – Don’t clean up this blood il film denuncia di Daniele Vicari basato in gran parte sugli atti processuali dell’assalto alla scuola avvenuto nel 2001 durante il G8 di Genova. Decidere di ridistribuire proprio in questa giornata il film denuncia non è stata una scelta casuale infatti stamattina la Cassazione avrebbe dovuto pronunciare la sentenza e fare, forse, chiarezza su quella che è diventata una delle pagine più scure della storia italiana degli ultimi 10 anni. 

Purtroppo la pronuncia di tale sentenza, che potrebbe mettere in discussione la sfolgorante carriera di imputati d’eccellenza, è stata spostata al 5 luglio. Ciò nonostante da oggi è possibile comunque rivedere la pellicola in moltissimi cinema del nostro paese. Il film, nonostante la sgraziata regia, è un quadro molto chiaro e giustamente brutale di ciò che è accaduto quella sera nella scuola adibita a dormitorio in occasione delle manifestazioni, organizzate per contestare e far sentire la voce del popolo al G8. È un film condanna che non ha avuto il coraggio di condannare fino in fondo: a metà strada tra un documentario e una fiction che vanta la partecipazione di importanti interpreti della nuova generazione italiana come Claudio Santamaria e Elio Germano.

Diaz, pur essendo dal punto di vista cinematografico un prodotto disordinato e decisamente impreciso nella narrazione, ha avuto la capacità di mettere lo spettatore davanti alla realtà dei fatti senza inutili abbellimenti impedendo così alle vecchie generazioni di dimenticare, nonché di dare alle nuove la possibilità di conoscere e a tutti, nonostante siano passati undici anni dai fatti, di indignarsi. 

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook