Festival di paris: ancora festival nell’esagono

Ieri, giovedì 7 giugno, si è tenuta la conferenza stampa per presentare la decima edizione del festival parigino che ancora una volta proporrà cicli interessanti, tra retrospettive ed anteprime dal 29 giugno al 10 luglio.

Alcune serate saranno dedicate interamente al cinema di Hong Kong e in particolare al Forum des Images per tutta la notte del 29 giugno verranno presentati alcuni dei film più importanti del regista Johnny To, che sarà presente per un “Q & A” col pubblico. Da poco è stato annunciato anche che lo stesso To riceverà il Pardo alla Carriera al prossimo Festival di Locarno. Omaggi importanti verranno fatti anche al francese Olivier Assayas (“Carlos”) e al compianto Raoul Ruiz, uno dei maestri del cinema cileno. Tra le anteprime più attese ci saranno “Rock of ages”, l’atteso musical con Tom Cruise e uno dei ‘dimenticati’ dalla giuria del Festival di Cannes, ovvero quell’ ”Holy Motors” di Leos Carax, che concorre già da ora per il titolo di film più folle dell’anno. Durante la conferenza stampa il nostro Ettore Scola è stato insignito della Grande Medaille de la Ville de Paris da parte del sindaco di Parigi Bertrand Delanoe. Il regista di classici come “La terrazza” e “C’eravamo tanto amati” ha aggiunto qualche parola sull’opposizione Francia-Italia e sul fatto che nei piani alti del nostro paese ci sono ancora –parafrasando un suo titolo- personaggi ‘brutti, sporchi e cattivi’. Come dargli torto.

About  Gianlorenzo Lombardi 368 Articoli
Creativo e pieno di immaginazione (ma questo dovrebbero dirlo gli altri), scrive a tutto spiano in attesa del salto dietro la macchina da presa...
Contact: Facebook