Cuore selvaggio: focus sul film

L’ AMERICA VIOLENTA DI DAVID LYNCH

David Lynch non ha una stella sulla “Walk of Fame” ma, nella volta celeste del cinema, brilla come una Supernova. I suoi lavori, come The Elephant Man, Velluto Blu, Twin Peaks e Mulholland Drive, hanno contribuito a segnare svolte epocali nell’industria del cinema, sempre caratterizzate da genuinità e onestà artistica. Non fa eccezione lo splendido Cuore Selvaggio del 1990. Questo fu il tempo in cui anche Nicolas Cage, protagonista straordinario del film, sapeva recitare e sceglieva con cura gli script da interpretare. Credeteci: quel momento storico è esistito!

Tratto dall’omonimo romanzo di Barry Gifford, racconta l’impossibile fuga d’amore di Sailor e Lula (Cage e Laura Dern), moderni Romeo e Giulietta, in un’odissea on the road attraverso gli Stati Uniti. Ma coronare il sogno d’amore non è facile, e neanche sopravvivere. Anche perché devono sottrarsi alle persecuzioni ostinate e violente della madre di lei (Diane Ladd), che non esita ad assoldare sinistre figure per far fuori Sailor.

Verrà coinvolta anche un’organizzazione criminale dai modi cruenti, sadici e perversi il cui elemento di spicco è Bobby Perù, il gigantesco Willem Dafoe, simbolo del marciume corrotto e della viscida bassezza che serpeggiano nelle profondità della società. Ma stiamo parlando di David Lynch quindi non pensate che sia tutto qui: il soggetto, lo scheletro, l’anima del film è letteralmente decorato da un mix di tematiche e stili differenti. Il road movie incontra il thriller e la soap-opera.

L’estrema violenza sposa il grottesco. Le citazioni cinematografiche e letterarie sono innumerevoli, da Il Mago di Oz a James Ballard, tutte lanciate verso l’estremo, quasi assurdo, kitsch. L’America non è più il paese nel quale si possono realizzare i propri sogni. L’America non è un luogo patinato e idilliaco per famiglie ed eroi. L’America è violenta. Assurda. In America si muore.

Lynch è straordinario nel rappresentare critiche e speranze, delusioni e sogni, violenza e amore raggiungendo momenti tecnici e inventivi altissimi conditi da immagini crude, folli, brutali, feroci, tanto esasperate da assomigliare alla realtà.

Curiosità:

  1. Miglior Film al Festival di Cannes (presidente della Giuria: Bernardo Bertolucci).
  2. La giacca di pelle di serpente era davvero di N.Cage.
  3. Lynch compose alcune musiche per questa pellicola.
  4. Cage interpreta realmente le canzoni del film.
  5. Ben sei membri della serie “Twin Peaks” recitano in “Cuore Selvaggio”.
  6. Tra i cast spiccano anche: Isabella Rossellini, Crispin Glover, Harry Dean Stanton e David Patrick Kelly (dei “Guerrieri della notte”).
About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook