Dolby laboratories: ultimata la tecnologia atmos

IL NUOVISSIMO SISTEMA AUDIO DIFFUSO IN PICCOLA PARTE NEI CINEMA DEL MONDO

La Dolby Laboratories ha acquisito il suo concorrente IMM Sound, la compagnia di tecnologia sonora con base a Barcellona, in Spagna. Dolby desidera far adottare il suo nuovo formato sonoro Atmos ai cinema d’Europa.Il sistema consiste nel mettere degli altoparlanti tutt’intorno alla sala del cinema e anche sul tetto, per ottenere un insieme più sofisticato di suoni. L’intero impianto si potrà aggiungere alla tecnologia normale che esiste già nelle sale contemporanee. 

Il nuovo film di Juan Antonio Bayona The Impossible con Naomi Watts ed Ewan McGregor sarà girato proprio con questa innovativa tecnologia Atmos, per una storia (quasi) vera dedicata allo Tsunami che ha distrutto le coste della Tailandia nel 2004.

Atmos è stata usata per la prima volta quest’anno ad Hollywood nel film Ribelle degli studi Disney/Pixar, mentre nel mondo sono 20 i cinema che hanno scelto di adottarla in modo da rendere l’esperienza della visione completamente “quadrimensionale.” Doug Darrow, il direttore generale di Dolby, si augura di ricevere almeno altre tre richieste di film con la tecnologia Atmos quest’anno.

“Speriamo di avere almeno 1000 schermi di questo tipo l’anno prossimo in tutto il mondo” dice Darrow. Ma il problema rimane come sempre il costo. Quattro milioni di dollari sono già stati spesi per ottenere la tecnologia digitale e ciò finora non ha prodotto nessun profitto. Adesso, per ottenere la tecnologia Atmos, ogni multiplex dovrebbe pagare tra i 25 e i 30 mila euro, rischiando che la qualità a breve ripaghi. 

SCRITTO DA Flavia Nicolò

About Collaboratori Esterni 377 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori