Luther: la seconda stagione in onda su Cielo

I QUATTRO EPISODI SARANNO TRASMESSI SABATO 7 E 14 LUGLIO

Siete appassionati di polizieschi? Non fate altro che guardare il canale Fox Crime di Sky? Non vi perdete neanche una puntata di Criminal Minds, NCIS, Law and Order o C.S.I.? Allora dovete conoscere per forza anche Luther. Il successo riscosso da parte del pubblico circa la prima stagione di questa serie inglese, è stato un evento inaspettato ma a tutti gli effetti capitato, tanto da diventare un tormentone mediatico nelle riviste di settore. Ottima recitazione da parte del protagonista Idris Elba, imprevisti e casi brillanti da risolvere, sceneggiatura fantasiosa e trattata con intelligenza, bellissima colonna sonora firmata dai Massive Attack, promettente gruppo alternative rock. Gli ingredienti per un buon prodotto ci sono tutti, e il pubblico infatti ha saputo apprezzare.

Arriva adesso in Italia la seconda stagione, a distanza di un anno dal finale del primo serial, e si compone di 4 episodi che verranno trasmessi sabato 7 e 14 luglio dal canale in chiaro Cielo. Torna quindi John Luther, il poliziotto che tanto ricorda “Sherlock Holmes per le intuizioni geniali e Il Tenente Colombo per il fatto che capisce subito chi sia il colpevole ma il difficile è nel catturarlo”, come afferma il suo ideatore Neil Cross.

L’avevamo lasciato moribondo e pieno di sangue mentre invano pregava Alice di non uccidere chi l’aveva ridotto così. Lo ritroviamo solo, con Alice in carcere, e alle prese con la gestione della nuova squadra specializzata in crimini seriali. Tra le novità c’è anche la presenza di un nuovo personaggio, Jenny, una ragazza implicata in faccende illecite dalle quali il detective cercherà di farla uscire.

Quattro magnetici episodi, ricchi di suspense e imperdibili, occuperanno i prossimi due sabato sera a tutti gli appassionati che non si vogliono perdere la prima tv esclusiva. L’appuntamento è alle ore 21 su Cielo.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook